Finalmente dopo tanto tempo si è rivista a San Siro l’Inter concreta e combattiva. I giovani meritano di essere messi in risalto in queste poche righe, su tutti Coutinho e Faraoni. Il primo merita tutti i miei elogi e la standing ovation di San Siro perchè è sul punto di raggiungere la piena maturità e coscienza del proprio potenziale necessari per puntare su di lui per il futuro; Faraoni invece è un’ottima intuizione di mercato e un ottimo progetto di costruzione di un futuro campione. In attesa di vedere anche i vari Crisetig, Benedetti, Longo, Caldirola e altri, godiamoci questo di mix tra nuova e vecchia guardia necessario per un ricambio generazionale obbligatorio viste le prestazioni precedenti poco esaltanti. La mia unica è che i recuperi di Sneijder, Forlan, Stankovic non vadano a togliere troppo spazio a questo processo di ringiovanimento o almeno che la coesistenza di giovani e vecchi prosegua senza farsi influenzare dalla classifica. Se non ora quando?