Se la Champions fosse un muro, l’Inter con questo pareggio ha aggiunto un mattone importante per completare l’opera.
Handanovic (6) non compie grandi parate, complici gli attaccanti avversari che mancano spesso la porta.
D’Ambrosio (7) gioca una grande partita, anche nella fase offensiva, creando vari pericoli.
Skriniar (6,5) soffre molto la tecnica di Ilicic, mentre se la cava bene sul Papu. Miranda (5,5) prova a impostare l’azione da dietro senza mai riuscirci, lento anche negli interventi. Asamoah (6,5) parte benissimo ma poi piano, piano si spegne.

La fortuna non è mai stata nostra amica, e oggi ne fa le spese Brozovic (S. V.) che inizia alla grande ma a causa di uno stiramento è costretto a lasciare il campo, e con lui uscirà anche la bella Inter dei primi minuti. Al suo posto entra Nainggolan (6,5) che, nonostante non sia al 100% fisicamente, entra bene in partita, sfiorando spesso il goal. Gagliardini (5) si dimentica della bella prestazione di Genova e stecca la partita da ex. Lento e impreciso, sbaglia molti passaggi. Per ciò, all’inizio della ripresa, viene sostituito da Borja Valero (6,5) che riesce a prendere le chiavi del centrocampo ed a guidare l’assalto finale.
Vecino (6) gioca una partita di alti e bassi. Bene i primi 20′ minuti da trequartista, poi spostato più centrale sparisce dal campo per poi rendersi pericoloso nel finale.

Politano (7) corre tantissimo e, pur sbagliando qualcosa, mette spesso in difficoltà gli avversari.
Deve riuscire a trovare più precisione nei tiri, che possono diventare fatali per gli avversari. Sostituito da un buon Keita (6,5) che salta spesso l’uomo mettendo palloni pericolosi in area di rigore, purtroppo non sfruttati.

Il peggiore è assolutamente Perisic (4,5) che per 90 minuti sbaglia passaggi, cross, controlli, insomma, di tutto. Non ci siamo per niente!
Icardi (6,5) gioca una partita da attaccante moderno uscendo dall’area di rigore e girando i palloni ai compagni. Nota negativa è sicuramente il goal sbagliato davanti a Gollini.

Spalletti (6) non riesce a tappare bene la “falda” Brozovic, inserendo Nainggolan e abbassando Vecino; soltanto con Borja riesce a risollevarsi.
AMALA!!!