Per loro forse non contava molto questa partita, ma per noi il derby d’Italia è un modo per rispondere a tutti i soprusi subiti e stasera parzialmente ci siamo riusciti.

Handanovic (6) non deve compiere grandi parate visto gli scarsi tiri nello specchio della porta da parte degli avversari. Incolpevole sul goal di Ronaldo.
D’Ambrosio (6,5) nella sua stagione migliore, gioca una buona partita, difendendo bene e attaccando anche se non con grande insistenza.
Skriniar (7) e de Vrij (7) sono protagonisti di una prestazione da grandi difensori, respingendo tutti gli attacchi dei bianconeri. Asamoah (7),l’ex di turno, non fa rimpiangere Cancelo, anzi se dovessimo tornare indietro non ci penserei 2 volte a rifare il suo acquisto. Infatti intercetta molti palloni facendo ripartire velocemente l’azione, rubando spesso palla al terzino portoghese.

Torna in mezzo al campo Brozovic (7) che gioca una grande partita, smistando palloni da destra a sinistra con una velocità tale da mettere in difficoltà il centrocampo avversario. Vecino (6) invece gioca una partita un po’ sotto tono, con pochi inserimenti e molti passaggi sbagliati.

Perisic (7) gioca con il coltello fra i denti e per 80′ minuti semina il panico nelle retrovie della Juventus, sfiorando spesso il goal. Migliore in campo, Nainggolan (8) oltre al goal da fuoriclasse, gioca una partita di grande intensità. Guida con caparbietà tutti i contropiede nerazzurri. Viene sostituito da Borja Valero (6) che prova nel finale a rendersi pericoloso.
Politano (6,5) oltre ai tanti chilometri percorsi, è l’autore dell’assist per Nainggolan con una splendida volé. Manca un po’ di coraggio che gli possa permettere di tirare in porta. Lascia il campo per Joao Mario (6) che impegna il portiere juventino con un forte destro sul primo palo.

Icardi (6,5) sfiora il suo 5` goal in 6 partite contro la Juventus. Gioca molto bene con i compagni e sembra avere ritrovato il feeling con Perisic. Lo sostituisce Lautaro (S. V.)che cerca di trovare il goal con un tiro a giro che finisce fuori di poco.

Secondo me stare abbiamo visto i limiti di Spalletti (5) che, sul pareggio, toglie giocatori offensivi per giocatori di contenimento lasciando fuori attaccanti che avevano la possibilità di creare difficoltà alla Juventus, tentando di vincere la partita. C’è si la buona prestazione, però se ci si continua ad accontentare non riusciremo mai a fare il salto di qualità.

AMALA!!!
(P. S. : Non conta vincere ma come si vince)