L’Inter contro la Roma gioca bene,anzi troppo bene. Sembra assurdo ma è così! Alla squadra nerazzurra manca la cattiveria sotto porta e per fare goal alcune volte bisogna essere anche brutti.

Handanovic (6) respinge tutti i tiri della Roma nello specchio facendo un grande miracolo su Kolarov, ma rimane immobile sul siluro di Under.

La difesa lascia molto spazio agli attaccanti della Roma, con Skriniar (7) e De Vrij (6,5) che anticipano spesso l’uomo. D’Ambrosio (6,5) gioca bene e aiuta l’attacco interista con i suoi inserimenti. Sbaglia su Zaniolo compiendo fallo da rigore. Tutt’altra partita per Asamoah (7) che non butta mai il pallone gestendolo alla perfezione.

Il centrocampo ha fatto una grande partita dal punto di vista del gioco, Borja (7) palleggia insieme alla squadra e soprattutto con Brozovic (6) che però regala il pareggio alla Roma con un fallo di mano stupido. Joao Mario (6,5) stupisce ancora tutti giocando una buona gara, recuperando molti palloni. Con l’entrata in Campo di Vecino (S.V) abbiamo provato ad attaccare di più, non con ottimi risultati visto il punteggio finale.

L’attacco nerazzurro guidato da Icardi (7) manca di precisione perché, diciamocelo, due goal sono pochi per tutte le occasioni avute nel corso della partita.  Bello il goal di Mauro su calcio d’angolo e anche quello di Keita (7) che conclude un’azione corale perfetta. Notte profonda per Perisic (4) che con la testa (forse) è già a godersi la pioggia gelida dell’Inghilterra, sbaglia tutto ed è spesso fuori dall’azione. Spalletti (6) nonostante ciò non lo cambia, togliendo invece Keita per fare spazio a Politano(6,5) che prova a lasciare il segno con varie giocate spesso imprecise. Pochi minuti anche per Lautaro(S.V) senza grandi acuti in un così scarso minutaggio.
La partita si conclude con un pareggio che lascia un forte amaro in bocca.