Un Derby d’Italia giocato da una grande Inter: Handanovic (6) compie solo una grande parata su Chiellini e per il resto si limita a bloccare i vari palloni vaganti. Affrontare il tridente d’attacco juventino non era semplice ma Skriniar (8) e Miranda (8) hanno annullato completamente non solo il fenomeno portoghese ma tutto il reparto offensivo.
Sulle fasce invece Vrsaljko (6,5) gioca bene il pallone ma soffre molto la pressione avversaria e Asamoah (6) da ex, fa una partita intensa regalando però a Mandzukic il goal vittoria.

Il centrocampo per almeno 70 minuti regge bene in campo poi ,colpevole anche la stanchezza, si sgretola piano piano.
Brozovic (8,5) assolutamente il migliore in campo, detta i tempi di tutta la squadra e smista palloni da destra a sinistra. Gagliardini (5) non gioca bene, sbaglia molto ed il palo colpito nel 1° tempo non è una casualità, assolutamente. / Keità (5,5) entra al 79′ ma per 10 minuti non si nota per niente. Joao Mario (7) come sempre ultimamente stupisce ancora tutti; grande gara del portoghese che forse brilla di più di quello che si trova dall’altra parte. / Lautaro (s.v) primi segni d’intesa per lui con Mauro, sfiora anche il goal un paio di volte ma nulla da fare.

Perisic (6) sembra essere più volenteroso di fare bene ma anche stasera non riesce a sfondare, speriamo che la pioggia inglese gli abbia rinfrescato le idee. Applausi scroscianti per Politano (7,5) che gioca una partita straordinaria anche se deve essere più freddo davanti alla porta. Viene sostituito inspiegabilmente da Luciano, forse in previsione del match di martedì. /Borja (6) entra al posto di Matteo all’inizio del secondo tempo e si limita a muovere il pallone, sbagliando qualche passaggio.

Isolato in mezzo a 2 colossi come Bonucci e Chiellini, Icardi(6,5) fa quello che gli altri sostengono che non possa fare, giocare con la squadra. Non tira mai importa ma serve i compagni alla perfezione.
Personalmente faccio un grande applauso a Luciano(8) che mette in campo una squadra che fronteggia alla pari la Juventus.

Tutti ci continuano a dire che sono loro i più forti ma, visto lo scontro diretto, stento ancora a crederci. Personalmente non ho notato un’enorme differenza tra le due squadre, non so voi.
Quindi testa alta e lavorare perché le soddisfazioni arriveranno.

AMALA!