L ‘uovo di Pasqua nerazzurro porta con se una buona sorpresa, un punto in più verso la Champions.
Certo con 3 punti si sarebbe chiuso il discorso qualificazione, ma sappiamo che all’Inter piace complicarsi la vita.

Handanovic (7) subisce un goal bellissimo da El Shaarawy, dove non può intervenire, mentre compie una super parata su Kolarov.
D’Ambrosio (7,5) secondo me, uno dei migliori in campo. Soffre inizialmente la velocità dell’attaccante italo-egiziano, ma poi gioca una grande partita. Autore dell’assist a Perisic, compie vari interventi difensivi fondamentali. Colpisce anche un palo su calcio d’angolo. Skriniar (6,5) impreciso in alcuni passaggi, soffre la fisicità del Gigante di Sarajevo, pur riuscendo a limitare i suoi attacchi. Stesso discorso vale per de Vrij (6) che butta via molti palloni giocabili ed interviene spesso con poca precisione. Asamoah (7) è l’unico che prova a saltare l’uomo, riuscendoci più volte. Con eleganza ed esperienza annulla prima Under e poi Zaniolo.

Borja Valero (7,5) migliore in campo insieme a Danilo. Riesce a tenere il ritmo giusto per 90 minuti, manovrando l’azione nerazzurra. Vecino (6,5) prova a sfruttare il proprio score positivo contro le romane, ma questa volta si scontra con il muro difensivo giallorosso, impedendogli di arrivare in area di rigore.

Perisic (6,5) inesistente per più di 60 minuti, proprio nel momento in cui deve essere sostituito trova il goal del pareggio. Così sembra svegliarsi e comincia a giocare con voglia ed intensità. Questo è Ivan Perisic, prendere o lasciare. Doveva essere la partita dell’ex, ma Nainggolan (5) delude le attese con un prestazione non all’altezza delle aspettative. Tocca pochi palloni e viene limitato dalla pressione avversaria.
Sostituito da Icardi (6) che sembra aver imparato a giocare con la squadra con vari palloni gestiti molto bene ma allo stesso tempo sembra aver perso quella rapidità nell’area di rigore che lo caratterizzava. Politano (6,5) corre tantissimo, forse anche troppo. Insidiosi i suoi traversoni che attraversano tutta l’area, ma spesso non riesce a saltare il suo diretto avversario. Come al solito viene sostituito, al suo posto entra Keita (5,5) che oltre a qualche scatto e fallo subito non contribuisce alla manovra nerazzurra.

Lautaro (6,5) cattivo e sfortunato stasera. Anticipa spesso i difensori della Roma ma i suoi colpi di testa vengo fermati sia dal palo che dal portiere. Viene sostituito da Joao Mario (5) che entra per dare freschezza alla squadra ma sbaglia tanti palloni, anche semplici e banali.

Spalletti (6) sbaglia a posizionare la squadra nel primo tempo, non riuscendo a mantenere ordine sopratutto in difesa. Nonostante ciò, nella ripresa vediamo un’ Inter diversa e di ciò bisogna dare merito.
AMALA!!!