Un’inter ricca di idee ma poco lucida sbatte contro il muro giallorosso e rallenta la sua corsa.
Handanovic (6) compie una parta in tutta la gara, mai chiamato in causa.
Godin (6,5) attento e preciso cerca spesso la verticalizzazione, inoltre salta spesso l’uomo creando superiorità numerica. De Vrij (7) gioca una grande partita, tecnica e di sostanza. Skriniar (7) annulla completamente Zaniolo e interviene in maniera perfetta.

Biraghi (5,5) poco incisivo, sbaglia molto ed è lento nella costruzione. Viene sostituito da D’Ambrosio (s.v) entra ormai allo scadere e tocca pochi palloni. Vecino (6) sfiora il goal a inizio primo tempo e gioca spesso di anticipo sugli avversari. Sbaglia comunque molto. Brozovic (6) poco lucido e stanco, fatica anche a smistare i palloni. Inoltre sbaglia un goal già fatto, solo con Mirante. Borja Valero (6) non entusiasma ma gioca la sua gara, con semplicità. Viene sostituito da Asamoah (5) che torna dopo l’infortunio, gioca a centrocampo ma sbaglia molto e non da quella velocità di azione voluta da Conte. Candreva (6) gioca 45′ minuti e poi è costretto a uscire per infortunio. Al suo posto entra Lazaro (5,5) che ha buone iniziative ma gli manca il coraggio per avanzare e viene “mangiato” dai difensori avversari.

Lautaro (5,5) stasera, risente della stanchezza e sbaglia ciò che per lui è semplice amministrazione. Lukaku (6) lotta con Smalling, che riesce a limitarlo. Ha un’occasione subito nei primi minuti ma Mirante salva ancora una volta.

Conte (6) riconosce il grado del suo avversario e lo aspetta, mettendo in campo una squadra perfetta dal punto di vista difensivo. Forse ha avuto un po’ di paura di vincere, temporeggiando un po’ troppo.

Amici nerazzurri, un’altra partita è andata e la nostra Inter nonostante tutto si conferma forte e temibile. Adesso testa alla gara decisiva di martedì.
AMALA!!!

Commenti