Inter, Juventus e Napoli, Il rivale più complicato in ottica scudetto per il Milan? L’ex bandiera rossonera ed attuale presidente della Liberia George Weah, intervistato da Gazzetta dello Sport, non ha dubbi. “Dico Juventus per due motivi: perché da bambino tifavo per la Juve e perché vince da nove anni. Quando ero piccolo in Africa non arrivavano le immagini della Serie A, eravamo legati al calcio francese e facevano vedere le immagini di Platini in Italia, così mi affezionai alla Juve. Poi la vita mi ha portato al Milan e lì ho trovato una famiglia oltre ad un fantastico ambiente di lavoro. Il Milan mi ha dato tutto, ma il tifo per la Juve è rimasto”.

L’Inter è sulle spalle di Romelu Lukaku“Sono contento che abbia lasciato l’Inghilterra per venire in Italia e stia dimostrando quanto è bravo – prosegue Weah -. Non sempre nel corso della sua carriera è stato apprezzato come merita, per me è un grande giocatore. Se penso a lui ricordo la mia storia: quando decisi di muovermi dalla Francia all’Italia la gente mi diceva che da voi non ce l’avrei fatta perché il campionato italiano è duro, complicato, tattico. Io mi trovai benissimo perché credevo nelle mie qualità e lo stesso mi sembra stia succedendo a Lukaku: era già un ottimo giocatore ed è migliorato ancora, lo trovo più completo rispetto al suo passaggio in Inghilterra”.

Commenti