Tanto possesso e poca luce: LuLa annullata, dribbla solo Hakimi e i cambi non convincono. L’Inter pareggia 0-0 a Udine e manca l’aggancio al Milan.

Partono meglio i padroni di casa che si rendono pericolosi con Larsen, poi crescono i nerazzurri e Lautaro è protagonista in due clamorose occasioni. Al minuto 8 l’arbitro Maresca gli annulla un gol per fuorigioco, mentre al 23’ Musso è strepitoso sul suo tiro a colpo sicuro dopo un errore di Becao.

L’Inter poi non calcia più in porta, eccetto una conclusione al volo di Barella che sfiora il golazo. L’Udinese si difende a specchio e i difensori bianconeri sono bravi a bloccare le combinazioni tra i due attaccanti di Conte, con il primo tempo che si chiude a reti bianche.

LuLa annullata, dribbla solo Hakimi e i cambi non convincono: tanto possesso e poca luce 

Detto dell’imprecisione di Lautaro e della morsa dei centrali dell’Udinese, c’è da aggiungere il pomeriggio grigio di Romelu Lukaku, mai al tiro in tutta la partita. L’Inter ha quasi esasperato il possesso palla (quasi il 60% a fine match), frutto però di una conduzione del gioco molto sterile.

I nerazzurri non riescono ad alzare il ritmo e difettano nuovamente di qualità negli ultimi 25 metri, con solo 4 conclusioni nello specchio tra i 10 totali. Il solo Hakimi riesce a creare superiorità numerica saltando l’uomo ed è suo lo squillo più importante della ripresa, ma anche lui manca di precisione. Non convince infine la scelta di tirare fuori Martinez sullo 0-0 contro un Udinese arroccata e di insistere sul fantasma Perisic.

 

 

Commenti