Lautaro pronto al tour de force: giocherà 2 partite in 38 ore!


Dopo il brivido per l’affaticamento muscolare accusato con la Nazionale argentina che lo ha costretto a saltare la sfida con il Paraguay, Lautaro Martinez ha regolarmente giocato e segnato nella sfida che vedeva opposta la Seleccion all’Uruguay. Adesso manca solo una partita, quella in programma nella notte fra giovedì (ore 1.30 italiane) e venerdì contro il Perù. Sarà quello il momento in cui comincerà uno stoico tour de force per il Toro.

Il Corriere dello Sport illustra il programma immediatamente successivo al match di Buenos Aires. “Conclusa la gara, il Toro, assieme a Correa, si imbarcherà su un volo privato che ha messo a disposizione l’Inter per accelerarne il rientro in Italia. Il duo argentino, però, sbarcherà, direttamente su Roma, soltanto nella serata di venerdì. Fondamentalmente, l’idea del tecnico nerazzurro è di “precettare” soltanto uno dei reduci dal volo transoceanico. E il mirino, evidentemente, non può che essere puntato sul Toro. Anche perché quello con la squadra biancoceleste è uno scontro diretto e l’Inter ha l’obbligo di continuare a correre in campionato“.

Svolgendo un rapido conto, fra le 3.30 di venerdì (quando terminerà la partita in nazionale) e le 18.00 di sabato, saranno circa 38 (per la precisione 38 e mezzo) le ore di riposo per Lautaro fra il Perù e la Lazio, fra Buenos Aires e Roma, fra la maglia dell’Argentina e quella dell’Inter. Un sacrificio che in dirigenza apprezzeranno, resosi necessario a causa della follia sempre più dirompente della sosta nazionali.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min

Sarà Daniele Chiffi, della sezione di Padova, l’arbitro di Empoli-Inter, partita valida per la 10ª giornata di Serie A, in programma mercoledì alle 20:45 al Castellani. Chiffi avrà come assistenti Valeriani e Mastrodonato, mentre il quarto uomo dell’incontro sarà Di Martino. Il VAR del match sarà Valeri , l’Assistente VAR Galetto.