Calori: “La Juve piena di campioni perse con il mio Perugia, può succedere anche al Milan”


Dopo la vittoria a Cagliari, Simone Inzaghi ha rievocato Perugia e dunque il campionato 1999-00. All’epoca, la sua Lazio era a -2 dalla Juventus prima in classifica, che all’ultima giornata perse in Umbria e regalò il titolo ai biancocelesti (con l’attuale allenatore dell’Inter che segnò il gol del vantaggio). Il Corriere della Sera ha intervistato il protagonista di quella debacle bianconera, ovvero Alessandro Calori, colui che decise la gara: “L’Italia è divisa in due: juventini e anti-juventini. Diventai l’idolo di una parte del Paese. La pioggia e il gol vennero interpretati da molti come la vittoria del calcio pulito, ma non da me: avevo solo fatto il professionista. Da piccolo tifavo Juve, in realtà ancora oggi, la fede non si cambia”.

Uno sguardo all’attualità: “Immagino che l’Inter speri in un altro Calori. Ancora non mi capacito di come la Juve abbia potuto perdere: avevano campioni vincitori di Scudetti, Champions, Mondiali. Non volevano arrendersi all’imponderabile: la verità è che non concepiamo possa esistere, ma a volte accade. Al Milan, se la partita si mette male nel primo tempo, salirà la pressione. Non hai una seconda possibilità e non sempre vince il migliore. In settimana saranno fondamentali Ibrahimovic e Giroud per guidare i più giovani. Il campionato, però, ha dimostrato che può succedere di tutto”.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min

Il primo appuntamento di precampionato è per martedì 12 luglio quando alle 18:30 l’Inter sfiderà il Lugano nella Lugano Supercup. Si tratta ormai di una consuetudine per i nerazzurri, che torneranno a sfidare la squadra svizzera – che ha chiuso al quarto posto l’ultima SuperLeague – come nel 2018, nel 2019, nel 2020 e nel 2021. […]