MERCATO – Taremi – Inter, rinviate le visite mediche: il motivo


Mehdi Taremi è un nuovo giocatore dell’Inter. La società nerazzurra dopo aver comunicato al Porto la trattativa con l’attaccante in scadenza di contratto a giugno, ha definito tutti i dettagli dell’accordo. Erano previste inizialmente per oggi le visite mediche ma, come riporta l’esperto di mercato Gianluca Di Marzio, sono state rinviate a data da destinarsi per scelta del club nerazzurro.

“Una scelta necessaria per evitare problemi al giocatore, che deve ancora giocare gli ultimi quattro mesi della sua esperienza in Portogallo. Le parti quindi organizzeranno le visite prossimamente e in segreto: la stessa trafila seguita per Piotr Zielinski, altro acquisto a parametro zero della dirigenza nerazzurra”.

Taremi firmerà poi un contratto biennale con opzione per una terza stagione. Da giugno vestirà così la maglia nerazzurra, completando il reparto d’attacco di Simone Inzaghi assieme a Lautaro, Thuram, Arnautovic e, con tutta probabilità, Valentin Carboni, destinato a prendere il posto di Sanchez.
Per la prossima stagione Inzaghi avrà a disposizione un attaccante esperto e prolifico, autore di 86 gol da quando si è unito ai Dragoni nel 2020, di cui 11 in Champions League.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min

Il radiocronista Riccardo Cucchi commentando la vittoria dell’Inter a Lecce.“Un rullo compressore. L’Inter vince nettamente. Perfetti i tempi di gestione in fase di possesso e in fase di non possesso. E profondità. Essenziale ed efficace. Troppo per un Lecce che ha fatto quel che ha potuto. Lautaro implacabile”.

1 min

Simone Inzaghi nella conferenza stampa post Lecce – Inter ha parlato della situazione di due perni della rosa.“Calhanoglu nell’ultimo allenamento ha avuto un indolenzimento, stamattina la situazione non è migliorata. Domani farà un controllo, speriamo di non perderlo a lungo.Acerbi domani farà un controllo, sono passati 15 giorni da Roma. Ne sapremo di più domani”.