L’ANALISI – Inter, cambiano gli interpreti, ma non la qualità del gioco. Nella storia poche squadre sono riuscite a mostrare un calcio così omogeneo


Cambiano gli uomini ma il risultato è lo stesso: l’Inter è un rullo compressore e gioca un calcio meraviglioso, contro tutto e tutti. Il terzo 4-0 di fila mette il sigillo “garanzia di qualità” a una squadra spettacolare e costruita in modo esemplare da Simone Inzaghi.
“La qualità di questa Inter si vede in ogni partita, in ogni azione, in ogni esultanza – è l’analisi di Sportmediaset.it -. L’identità di una squadra che è stata costruita con idee ben precise. E l’aspetto che più colpisce di questa squadra è l’identità. La capacità di essere sempre uguale a sé stessa nella maniera di stare in campo. Vero che le vittorie fanno morale, che vincere aiuta a vincere, come dicono sempre i diretti interessati. Però poche squadre nella storia recente sono riuscite a mostrare un calcio così omogeneo tra le varie situazioni: che scendano in campo i titolarissimi o una formazione “da riposo” con cinque-sei alternative, che si affrontino scontri diretti oppure gare agevoli contro avversarie di retroguardia, l’atteggiamento e il modo di affrontare l’impegno sono sempre uguali. Una sicurezza quasi al limnite dell’arroganza, un’autostima che si appoggia su basi solidissime e che con Darmian ha già mandato in rete quattordici giocatori. Nessuno sa gestire il pallone meglio di questa Inter in Italia. Pochi in Europa. Qualità di tocco e senso del collettivo.

Nel passato di Simone Inzaghi ci sono stati degli inverni complicati, sia ai tempi della Lazio sia nei primi due anni interisti. Flessioni abbastanza evidenti nei gironi di ritorno. Al momento questa non sembra un’eventualità da prendere in considerazione. Nel 2024 ha sempre vinto, undici partite su undici, ha passato indenne anche l’andata di Champions League, che ha vinto senza pagare dazio in campionato. L’ultimo ostacolo verso la seconda stella potrebbe essere proprio la Champions con il suo fascino e con i suoi oneri, ma l’anno scorso i nerazzurri sono arrivati in finale rimontando anche in campionato fino al terzo posto e mettendo in bacheca la Coppa Italia. Ulteriore particolare a favore di Inzaghi e dei suoi: l’unità del gruppo squadra è di quelle che lasciano incantati anche gli avversari. Fa parte dell’identità, fa parte dei segreti che fanno grande una squadra”.
(FONTE: SPORTMEDIASET.IT)

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

“Congratulazioni all’Inter per la vittoria dello Scudetto”. Perfino la Juventus – con un post su X – ha fatto i complimenti all’Inter per la vittoria dello Scudetto (a parte l’infelice post dell’ex presidente Andrea Agnelli, neppure tanto apprezzato dagli stessi tifosi bianconeri). Al termine del successo nel derby col Milan, che ha regalato la seconda […]

1 min di lettura

Il giornalista Sandro Sabatini ha parlato del 20esimo scudetto vinto dall’Inter nel suo videoeditoriale per Calciomercato.com. “Due stelle per l’Inter e due stelline da raccontare. Acerbi e Thuram, gli autori dei gol. Il difensore non era gradito, arrivò solo e soltanto per l’insistenza di Simone Inzaghi e per una spicciolata di milioni che adesso fanno […]

1 min di lettura

A margine del lancio della campagna elettorale per le elezioni europee, il sindaco di Milano Giuseppe Sala (tifoso nerazzurro) si è complimentato con l’Inter per la conquista del suo 20esimo scudetto. “Inviteremo l’Inter a Palazzo Marino. Per evitare polemiche visto il mio interismo, dico subito che è quello che avevamo fatto anche per il Milan […]

1 min di lettura

C’è l’ufficialità, posticipata a domenica ore 12,30 la gara Inter-Torino.“Vista la richiesta del Prefetto di Milano datata 23 aprile 2023 – si legge nel comunicato della Lega Serie A – si comunica la seguente variazione al programma di anticipi e posticipi della Serie A TIM:34^ giornata | Inter-Torino domenica 28 aprile 2023 ore 12,30 (trasmessa […]

1 min di lettura

Valentino Rossi, fenomeno della Moto GP e grande tifoso nerazzurro, a Sky Sport ha parlato dello scudetto conquistato dalla sua Inter. “In questa annata ci sono stati un sacco protagonisti. Tantissimi giocatori che hanno giocato bene e mi sono piaciuti: mi sono piaciuti molto Dimarco, Mkhitaryan, Thuram. Ma secondo me l’uomo dell’anno è Lautaro Martinez, […]