Si apre con un pesante passo falso il girone di ritorno dell’Inter, che non va oltre il pareggio sul campo del Lecce.
Handanovic (6) non compie nessuna parata decisiva, incolpevole sul gol.
Skriniar (5) gioca male, sbaglia tanto e sopratutto esce spesso a vuoto. Una delle sue peggiori gare. De Vrij (6,5) come al solito gestisce bene la difesa senza mai soffrire. Godin (5,5) non è preciso nella fase difensiva ma da un contributo in più a quella offensiva con i suoi inserimenti. Al suo posto entra Bastoni (6) che trova il primo goal stagionale ma è colpevole sul gol del pareggio, dove perde la marcatura di Mancosu.

Candreva (5) completamente inesistente, sbaglia tutti i cross. Barella (6) gioca bene il primo tempo, ma nel secondo cala drasticamente. Brozovic (6,5) assolutamente il migliore in campo, corre, lotta e sfiora più volte il gol. Prende un pestone ed è costretto a lasciare il campo per Borja Valero (s.v.) che tocca pochi palloni. Sensi (5,5) sembra ancora non trovare la giusta forma fisica e questo si fa sentire sul ritmo della squadra. Viene sostituito da Sanchez (s.v.) che ha poche occasioni per mettersi in luce. Biraghi (6) è l’autore del’assist nel momentaneo gol del vantaggio, ma per giocare nell’Inter deve dimostrare di più.

Lukaku (5) risente della stanchezza, dopo il match di Martedì, e non crea occasioni pericolose. Così come il suo compagno di reparto Lautaro (5,5) che va più volte al tiro senza mai impensierire Gabriel.

Conte (5) capisce che così non si può andare avanti, i ritmi che vuole li può ottenere solo con ricambi adeguati. Adesso dobbiamo solo sperare nel mercato e poi “testa bassa e pedalare”.
AMALA!!!