Le Pagelle Nerazzurre / Inter-Sampdoria


Handanovic 6,5 – Al 10’ si oppone bene a Quagliarella, sul cui gol nel finale è incolpevole. Bene anche col pallone tra i piedi.

Nagatomo 6  – Festeggia con una vittoria la sua 150 esima presenza nella massima serie italiana. Più attento del solito alla fase difensiva.

Miranda 7 – Sfrutta al meglio l’assist di Felipe Melo scaturito dall’angolo di Brozovic e chiude la partita con il gol del 2 a 0. Qualche isolata disattenzione in fase difensiva, ma è lui il leader della retroguardia nerazzurra.

Murillo 6 – Sempre bene nel gioco aereo e nell’anticipare Correa e Quagliarella per buona parte del match. Nel finale si perde l’attaccante napoletano che segna l’inutile 3-1.

D’Ambrosio 6,5 – Autore dell’1-0, suo quinto gol in serie A, scaturito anch’esso da un calcio d’angolo. Più attivo di Nagatomo per quanto riguarda la fase offensiva.

Biabiany 6 – Mina vagante nel primo tempo, è imprendibile ma anche abbastanza sprecone. Grande impegno sia in fase offensiva che difensiva. Dal 77’ Gnoukouri s.v.

Melo 6,5 – Finalmente una buona prestazione. Più impegnato nell’interdizione che nella costruzione ma comunque autore dell’assist per la seconda marcatura. Ritrovato?

Brozovic 6 – Soffre molto durante la prima frazione di gioco a causa del pressing blucerchiato, che lo porta a sprecare molti palloni nel tentativo di impostare. Molto meglio nel secondo tempo. Dall’87’ Jovetic s.v.

Perisic 6,5 – Sempre utile alla causa nerazzurra, incoraggianti i fraseggi con D’Ambrosio sulla fascia sinistra.

Icardi 7 – Lottatore instancabile, è senza dubbio il leader dell’Inter. Grande prestazione per Maurito ieri sera, che non solo segna il 3-0 per i nerazzurri (suo undicesimo gol in stagione) ma ripiega anche spesso in difesa quando è necessario. Bomber ritrovato, speriamo questo trend duri a lungo.

Éder 5,5 – Molta corsa e frequenti fraseggi con Biabiany ma manca ancora il gol. E non è un dettaglio da poco, visto che il nazionale italiano è stato comprato dalla Sampdoria a Gennaio proprio per sopperire alla scarsa concretezza interista sotto porta. Dal 63’ Ljajic 5,5 – Prestazione incolore.

All. Mancini 6,5 – L’Inter torna a vincere e, tutto sommato, a convincere. C’è comunque ancora molto lavoro da fare: la Sampdoria non è di certo una squadra in forma né un avversario temibile quest’anno e la nostra fase di costruzione lascia ancora abbastanza a desiderare (2 gol su 3 sono arrivati su palle inattive). La rete nel finale di Quagliarella è sintomo, inoltre, delle solite carenze difensive da eliminare assolutamente. Insomma, il Mancio avrà molto da fare nel corso della prossima settimana, ma questi tre punti servivano come il pane!

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter