A maggio 1997 si accorda col Milan, ma a luglio firma per l’Inter nell’ambito di uno scambio con André Cruz, che aveva firmato un pre-contratto coi nerazzurri. I rossoneri prelevano Cruz, i nerazzurri acquistano… Francesco Moriero.
Vestendo la maglia numero 17, esordisce in nerazzurro il 31 agosto 1997 al Meazza col Brescia, e al suo debutto nel club milanese è legato il caratteristico gesto dello «sciuscià» (vedi foto sotto) con cui omaggiava i compagni che avevano appena segnato un gol (da cartolina quelli a Ronaldo).
Ho video-intervistato Moriero per la rubrica Nostalgia Inter e mi ha parlato anche del clima derby dei suoi tempi.

“Nel mio periodo passato all’Inter ricordo che il presidente Moratti ogni settimana il giorno prima della partita veniva ad Appiano Gentile ad incitarci e darci la giusta carica per vincere – le parole di Moriero – prima del derby però non veniva mai, diceva che era la partita più semplice da affrontare….
Nei derby da me giocati ricordo il mio assist a Ronaldo “il Fenomeno”… nel momento in cui sto per ricevere il pallone con la coda dell’occhio vedo Ronaldo partire da centrocampo e correre veloce come un treno, ho messo questa palla a taglio dietro la linea difensiva e lui con un pallonetto fantastico su Seba Rossi realizza un gol stupendo.
E poi il mio gol nel derby della stagione 1998/9: fu un bel gol su assist di Djorkaeff e andai ad esultare in panchina abbracciando il mister Gigi Simoni. Per un calciatore segnare in un derby e’ troppo bello…”.