E’ passato circa un anno da quella serata di Praga quando la coppia Lukaku-Lautaro schiantò lo Slavia. Un successo che permise all’Inter di coltivare la speranza del passaggio di turno. Possibilità poi sfumata per la sconfitta interna con il Barcellona del nuovo fenomeno Ansu Fati.

Due vittorie potrebbero non bastare

Da quella sera i nerazzurri non hanno più vinto una gara in Champions League. Una sconfitta con il Barcellona, due contro il Real Madrid e due pareggi, rispettivamente con Shaktar e Borussia. E’ arrivata l’ora d’invertire il cammino, pur sapendo che 6 punti nelle prossime due gare potrebbero non bastare. Una vera e propria impresa attende l’Inter che ha, tra gli altri, 10 milioni di buoni motivi per cercare di passare il turno. E’ questa infatti la cifra che tra mancato incasso agli ottavi e la retrocessione in Europa League verrebbe a mancare nel già non florido bilancio della società.

La coppia dei sogni chiamata ad essere determinante

Se verranno confermati i progressi manifestati nella gara di Reggio Emilia contro il Sassuolo ce la possiamo fare. A prescindere dai protagonisti in campo sarà necessario mantenere la solidità difensiva appena ritrovata. Tornare ad essere devastanti sulle fasce, punto nevralgico del gioco che intende sviluppare Antonio Conte. Mantenere il giusto bilanciamento in mezzo al campo dove dovremo fare i conti con la notevole fisicità dei tedeschi. Ma alla fine la differenza, come sempre, saranno chiamati a farla i nostri due terminali offensivi. Lukaku & Lautaro, LuLa se preferite, dovranno per forza di cose essere determinanti. La loro forza d’urto, unita alle indubbie qualità tecniche saranno l’arma in più a disposizione dell’Inter in questo appuntamento decisivo. Noi saremo tutti davanti allo schermo a tifare con la solita passione. È l’ora giusta per invertire la rotta. Forza ragazzi. Io Tifo Inter sempre! Amala!

Commenti