Handanovic: “L’arrivo di Onana non mi dà fastidio. Il gol con la Lazio? Tanto dite sempre che è colpa mia…”


In compagnia di Simone Inzaghi alla conferenza stampa di vigilia di Inter-Juventus di Supercoppa Italiana, era presente Samir Handanovic. Queste le sue parole ai giornalisti presenti. Con la Juve è sempre una partita sentita. E’ un derby d’Itala che dà un titolo. Entrambe vogliamo vincere. Questa partita ci può dare tanto, ce la giocheremo col nostro spirito e atteggiamento degli ultimi mesi. Domani mi aspetto una Juve tosta. Con i bianconeri sono sempre state partite particolari. Ci aspettiamo una partita difficile. Come ha detto il mister, non ci sono favoriti. I titoli sono importanti, non solo per me ma anche per i miei compagni, è per questo che giochiamo”.

L’arrivo di Onana? Non mi dà fastidio, è il benvenuto. Basta avere fiducia in sé stessi, io lavoro pensando sempre al presente, non a cosa potrebbe succedere tra sei mesi”.
“Il gol contro la Lazio? Quando l’Inter non prende gol dite che è merito dei difensori, quando prende gol dite che è colpa del portiere. C’è poco da spiegare. Stefan ha valutato male il pallone, poi ci sono stati gli errori di Skriniar e il mio che hanno portato conseguenze. Tutti fanno errori, altrimenti i gol non ci sarebbero. Lavoriamo per farne il meno possibile”.

“Il piacere di giocare è per tutti ma senza vincere non c’è piacere. In questi due anni abbiamo ritrovato tante cose, l’atmosfera, una mentalità diversa. I giocatori vogliono giocare per vincere trofei. Ora giochiamo in modo diverso, con meno schemi e concetti, ma ci divertiamo solo quando si vince. Dobbiamo stare sempre in allerta perché nel calcio cambia tutto in una settimana. Il fatto di essere i favoriti deve essere uno stimolo, ma il campionato è ancora lungo, poi ci sono le problematiche legate al covid che possono cambiare tutto, dobbiamo stare attenti. Siamo consapevoli della nostra forza, è importante la percezione che ora ha l’avversario dell’Inter. Negli anni si era persa, da anni ci guardano da Inter ed è una cosa che sentiamo”.

Si ferma a 587 minuti l’imbattibilità di Handanovic

Il gol dell’1-1 nel primo tempo della Lazio segna la fine del clean sheet di Samir Handanovic. L’imbattibilità del portiere e capitano dell’Inter durava da 587 minuti. Ad interromperla è stato il gol di Ciro Immobile al 35′, complice anche una grossa distrazione di tutto il reparto difensivo.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min

Battere la Sampdoria e sperare in una vittoria del Sassuolo: questa la sola combinazione utile all’Inter per non scucirsi di dosso lo scudetto. Ma quante probabilità ci sono che la combinazione necessaria ai nerazzurri per conquistare la seconda stella si concretizzi? Secondo il modello previsionale Stats Perform, la squadra di Simone Inzaghi ha esattamente il 19,4% di chance di laurearsi campione d’Italia. Il Milan, invece, può fare […]