Inter, la prossima stagione sarà inedita: i punti fondamentali tra rosa, mercato e turnover


Il primo punto chiama in casa il mercato. E la necessità, più volte sottolineata, di allungare il più possibile la rosa di Simone Inzaghi. La società è già al lavoro, ha già inserito virtualmente Taremi e Zielinski e vuole regalare al tecnico un’alternativa importante in più in avanti e dietro. In attacco l’islandese Gudmundsson piace da impazzire, per crescita e caratteristiche, proprio quelle che mancano nell’organico nerazzurro. Il timore del club è che sul giocatore arrivi un’offerta dalla Premier che renda l’affare impraticabile. Ma sarà una pista che la società nerazzurra ha in testa di battere fino in fondo. Poi c’è il capitolo difensore. Perché l’Inter ha in testa di puntellare il reparto. E dalla Spagna è rimbalzato il nome di Nacho, che ha comunicato al Real Madrid che a giugno si svincolerà. Il giocatore è stato proposto ai nerazzurri, il profilo sarebbe perfetto, ma la pista ad oggi non è calda perché proprio Nacho avrebbe in testa un altro tipo di soluzione per il suo futuro, ovvero un campionato meno competitivo e lontano dall’Europa.

Oltre il mercato, c’è la gestione delle forze. Che si può suddividere in due diversi temi. Il primo riguarda la preparazione fisica: si va verso una stagione inedita, che durerà 11 mesi e in cui si giocheranno più partite. Vorrà dire che qualcosa in termini di preparazione andrà ritoccato. La corsa scudetto ha portato via tante energie: in qualche modo l’Inter ha pagato dazio specie nel ritorno con l’Atletico a Madrid. Altro tema, la gestione del turnover, che da parte di Inzaghi dovrà essere ancor più accentuato, anche a costo di rinunciare più spesso ad alcuni totem (Lautaro, Thuram, Barella, Mkhitaryan…). A riportarlo è la Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Simone Inzaghi a Dazn dopo il triplice fischio di Inter – Lazio (1-1).“È stato bellissimo. Siamo dal 22 aprile che festeggiamo, ci hanno fatto una festa incredibile. Quello che abbiamo visto dopo il Torino è stato emozionante: milioni di interisti, una cosa unica. Avevo vinto uno scudetto da giocatore, ma anche da allenatore è emozionante.La […]

1 min di lettura

Javier Zanetti a Dazn nel corso dei festeggiamenti post Inter – Lazio: “Zhang? Sono ore decisive. Prima di tutto bisogna ringraziare Steven e il gruppo Suning per quello che ha fatto e sta facendo. Voleva questo scudetto con tutte le sue forze. Mi auguro che la società continui positivamente perché vogliamo continuare a vincere”.