Palmeri: “Perchè Marotta potrebbe diventare il nuovo presidente dell’Inter”


Il giornalista Tancredi Palmeri su tuttomercatoweb.com parla della situazione societaria dell’Inter.
“A meno di colpi di scena, e applicando il condizionale d’obbligo da sempre nelle questioni societarie, mercoledì Zhang dovrebbe perdere la società. Ma anche qua è meglio ipotizzare scenari più che certezze, perché in caso di mancanza di un improbabilissimo accordo, è altamente probabile attendersi una battaglia a carte bollate che prolungherebbe la coda della transizione. Nessuno perde una proprietà da circa 1 miliardo di € senza mettere in mezzo gli avvocati (oddio: a pensarci bene Yonghong Li l’ha fatto, ma chi è Yonghong Li? Non lo sapremo mai, così come non sapremo mai da dove sono arrivati gli altri 300 milioni per comprarsi il Milan), e neanche questa volta potrà essere differente. Con tutto quello che ne consegue per il pericolo di immobilità per l’Inter: come si possono firmare nuovi contratti quando non si ha certezza di chi metterà il grano? E la prima cartina di tornasole sarà a inizio giugno, quando si vedrà chi sarà ad erogare gli stipendi. (…)

Però è bene ricordare che Oaktree siede nel consiglio di amministrazione dell’Inter con due membri sin dall’erogazione di prestito, quindi non stiamo parlando di una navicella spaziale allena pronta a sbarcare sul pianeta nerazzurro. Sarà da vedere se i due membri, Carlo Marchetti e Amedeo Carassai, avranno nuove e più importanti mansioni.
Ma è chiaro che c’è un uomo che ha intessuto i rapporti in questi anni, e che è stato il vero campione d’Italia attraverso le stagioni: Beppe Marotta. Il riuscire a vincere con un mercato in negativo è sicuramente merito per prima di Simone Inzaghi, ma la protezione dall’esterno attraverso gli anni e la lungimiranza si ascrivono al dirigente sportivo di gran lunga migliore d’Italia.
E allora con queste premesse, Marotta potrebbe diventare il nuovo presidente dell’Inter, o comunque plenipotenziario, in quanto migliore garanzia proprio per Oaktree di valorizzazione dell’investimento.
Tuttavia tenete a mente un dettaglio molto importante: è notorio che usualmente il fondo americano rivenda non rimanga, e non sappiamo ancora quali sono le intenzioni e se abbiano già un compratore in tasca. In qualsiasi caso, da che mondo è mondo, un nuovo proprietario si sceglie sempre nuovi dirigenti di fiducia, e di estrazione propria”.

 

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Il sito Sportitalia.it fa il punto sul mercato dell’Inter.“Regna l’immobilismo apparente che sta contraddistinguendo le manovre sottotraccia di Piero Ausilio, ben consapevole del valore della rosa allestita e della fatica che toccherà alle avversarie per rivoluzionare i rispettivi organici per potersi avvicinare al livello dei Campioni d’Italia. L’Inter si è costruita il vantaggio di poter […]

2 min di lettura

Nel suo editoriale su Gazzetta dello Sport il giornalista Alessandro Vocalelli ha parlato dell’enorme valore delle seconde linee dell‘Inter per la prossima stagione, ma titolari nelle loro rispettive nazionali, come Frattesi, Asllani e Zielinski. «Andando più in profondità, la vera differenza con le concorrenti è forse – anzi soprattutto – nella “differenza” delle alternative. Con […]