Rangnick elogia Arnautovic: “Grande giocatore e uomo. Può ancora fare la differenza”


Ralf Rangnick, ct dell’Austria, ha parlato dell’importanza di Marko Arnautovic per la sua nazionale. Di seguito le dichiarazioni a riguardo dell’attaccante dell’Inter:

“Marko è maturato come persona e come padre di famiglia. Abbiamo anche avuto una o due conversazioni sulla famiglia, su suo padre, su mio padre. Apprezzo Marko non solo come giocatore, ma anche come uomo. È ancora abbastanza veloce, forse non per fare l’ala, ma sicuramente per giocare al centro dell’attacco e ha tutte le qualità di cui un attaccante ha bisogno lì. Può ancora fare la differenza”.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Haroon Masoodi, agente di Ricardo Rodriguez, ai microfoni di Inter-News.it ha parlato dell’interesse da parte dell’Inter per il difensore svizzero, attualmente svincolato dopo gli anni al Torino. Di seguito le dichiarazioni: “Ci sono state delle discussioni con il direttore sportivo (Piero Ausilio, ndr) qualche settimana fa. Ricardo piace anche a Simone Inzaghi ma non ci […]

1 min di lettura

Su Federico Chiesa si era espresso qualche giorno fa anche il suo scopritore Maurizio Romei: “In realtà sono a conoscenza dell’interesse dell’Inter, la voce di un loro apprezzamento è reale” (leggi articolo). Le sue parole sono state come una pulce nell’orecchio per giornalisti e addetti ai lavori. Nell’articolo dedicato al calciomercato sul Corriere della Sera […]

1 min di lettura

Alejandro Cano e Katherine Ralph, i manager di Oaktree che seguono l’Inter volano a Roma. Come confermato da TuttoSport, nella giornata di domani è prevista una importante missione diplomatica due due dirigenti nella capitale. “Obiettivo conoscere il Ministro dello Sport e dei Giovani Andrea Abodi e Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio”.

1 min di lettura

Dries Mertens è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport: “Cosa non ha funzionato a Napoli nell’ultima stagione? Non lo so, magari si è festeggiato troppo dopo lo scudetto (ride, ndr). In quel caso, sarebbe comprensibile: un evento del genere suscita entusiasmo, però bisogna saperlo gestire. Quando sono andato via, sentivo che sarebbe potuto accadere qualcosa […]