Ultimo appuntamento della International Champions Cup 2019 per l’Inter di Antonio Conte, che domani sarà impegnata al Tottenham Hotspur Stadium per la sfida contro gli Spurs.

Finora il cammino dei nerazzurri è stato segnato da una vittoria e due sconfitte. I nerazzurri, infatti, hanno battuto il Paris Saint-Germain ai calci di rigore, e poi hanno perso contro la Juventus e contro il Manchester United, per 1-0. La volontà della squadra di Conte, quindi, è quella di battere anche il Tottenham nell’ultima uscita della competizione estiva.
In occasione del match di domani Antonio Conte ha deciso di non rilasciare nessuna conferenza stampa, tramite comunicato ufficiale infatti la società ha diramato la lista dei convocati.

Conte in silenzio stampa, 23 i convocati

Tra i 23 giocatori inseriti in lista non c’è, e non è una sorpresa ormai, Mauro Icardi, fuori dal progetto tecnico nerazzurro in attesa di novità dal mercato. Come l’argentino, sono rimasti a Milano anche gli ultimi arrivati in ritiro Asamoah, Lautaro Martinez e Vecino, oltre agli infortunati Godin (problema muscolare), Lazaro e Bastoni.

Ecco la lista completa dei convocati nerazzurri

Portieri: Handanovic, Padelli, Berni;

Difensori: De Vrij, Skriniar, Ranocchia, D’Ambrosio, Dalbert, Dimarco, Pirola;

Centrocampisti: Brozovic, Sensi, Borja Valero, Joao Mario, Gagliardini, Candreva, Agoumé, Barella;

Attaccanti: Politano, Perisic, Longo, Esposito, Puscas.

Antonio Conte schiera i suoi 11 uomini migliori

Antonio Conte ha le idee ben chiare, ovviamente il reparto sarà a tre di fronte ad Handanovic e pure la coppia Skriniar-De Vrij pare elemento imprenscindibile: rimane da capire a chi consegnare la terza maglia. Come prima ipotesi per il test match di domani a Londra sarebbe stato Diego Godin,

nome fresco del mercato, ma non scordiamo che l’uruguaiano ha subito un infortunio muscolare e dunque sarà in dubbio anche per la prima giornata di campionato, aprendo le porte della formazione titolare per questa amichevole alla possibilità di Alessandro Bastoni, oppure Andrea Ranocchia.

Non è poi da escludere a priori l’arretramento di Danilo D’Ambrosio rispetto alla mediana, mossa che abbiamo già visto contro la Juventus. Il modulo scelto da Antonio Conte potrebbe infatti essere il 3-5-2,

dove non mancano certo i ballottaggi: i giocatori di Conte ancora devono trovare il proprio posto in questo nuovo rivoluzionario schema e il tecnico pare non aver ancora fissato le proprie gerarchie.

Chi è certo del proprio posto è ovviamente Handanovic, titolare tra in pali: davanti però vi potrebbe essere spazio per Skriniar, De Vrij e Godin, ma non è da escludere l’inserimento di Bastoni,

titolare contro il Psg. Sono pure ancora da assegnare le maglie al centro del campo: i titolari però domani sera a Londra dovrebbero essere D’Ambrosio, Barella, Sensi, Brozovic e Dalbert.

Possibili nuove soluzioni anche in attacco: la prima scelta però per il match di domani per la ICC 2019 è la coppia Perisic-Esposito.

Pochettino risponderà con una formazione classica

Come detto prima non sarà facile individuare le mosse di Pochettino per le probabili formazioni di Tottenham Inter: solo il tecnico ha infatti un quadro chiaro della condizione del suo spogliatoio.

Considerato però il valore del match ci sentiamo di dare nuova fiducia ai titolari, tenuta conto della possibilità di effettuare parecchi cambi.

Seguendo quindi sempre il 4-2-3-1 come modulo di partenza, vedremo Lloris tra in pali, con davanti a sè il quartetto difensivo composto da Foyth, Alderweireld, Vertonghen e Rose. Toccherà quindi a Winks e Ndombele agire ai lati, pure con Eriksen sulla tre quarti.

In attacco si faranno avanti infine Lamela e Son, con Kane prima punta: da non sottovalutare però le potenzialità di Parrott, per dare un po’ di riposo al bomber.