Amici nerazzurri l’Inter, da grande squadra, batte l’Udinese e rimane a – 3 dalla Juventus.
Esordio per Padelli (6,5) in campionato con la maglia nerazzurra. Tiene la porta inviolata compiendo delle buone parate.
Bastoni (6,5) sbaglia poco e guida l’azione d’attacco della squadra. De Vrij (7) gioca alla perfezione, difende senza lasciare spazio agli attaccanti. Skriniar (6), capitano per l’occasione, chiude bene gli attacchi avversari ma sbaglia più volte alcuni passaggi semplici.

Moses (6) soffre il fisico dell’esterno dell’Udinese ma dimostra buone capacità nell’uno contro uno. Viene sostituito da D’Ambrosio (s.v.) che torna in campo dopo l’infortunio. Vecino (6) prova vari spunti offensivi senza però centrare la porta. Si rende comunque pericoloso. Barella (6,5) nonostante la condizione fisica non perfetta, recupera tanti palloni ed è l’autore dell’assist dell’uno a zero. Eriksen (6) non gioca in maniera esaltante, è evidente che si deve ancora adattare ai ritmi di Conte e del campionato italiano ma dimostra la sua grande tecnica. Serve tempo per vederlo al meglio. Viene sostituito da Brozovic (6,5) e con lui si accende la luce. L’Inter inizia a far girare bene palla e vince la partita. Fondamentale.

Esposito (5,5) nonostante il talento che lo caratterizza, la giovane età gli fa brutti scherzi e sbaglia delle occasioni importanti. Viene sostituito da Sanchez (6,5) che zittisce le critiche e dimostra tutte le sue capacità da giocatore forte e talentuoso. Rigore procurato e tante occasioni create. Lukaku (8) è assolutamente il migliore in campo, dopo un digiuno di 3 partite segna una doppietta raggiungendo quota 16 gol in campionato.

Conte (7) vince la partita con i cambi, dimostrando che con le riserve adeguate l’Inter riesce a superare le difficoltà.
Questa vittoria deve portare speranza e forza per il futuro. Adesso testa al Derby.
AMALA!!!