Le Pagelle Nerazzurre / Roma – Inter


Handanovic, che miracoli! Perisic goleador, Mancini sfiora l’impresa

HANDANOVIC 7 – Saracinesca, decisivo nel respingere i tentativi di El Sharawy Dzeko e Salah.

NAGATOMO 5.5 – Nulla di che, né in attacco né in difesa. Compitino.

MURILLO 6 – Sempre vigile nella prima frazione di gioco, cala nella seconda.

MIRANDA 7 – Annulla totalmente Dzeko, è il leader difensivo dei nerazzurri, anche se rischia il penalty con quella mano su colpo di testa del bosniaco.

D’AMBROSIO 4.5 – Davvero poco reattivo, strano che il Mancio lo lasci in campo per tutti i 90’.

MEDEL 5 – Poco presente in entrambe le fasi, ma non fa danni.

BROZOVIC 7 – Primo tempo disastroso, nel secondo entra in campo un altro giocatore:  passaggi illuminanti e assist al bacio per la rete di Perisic.

LJAJIC 5.5 – Tenta di essere l’uomo in più contro la sua ex squadra ma la sua voglia di rivalsa si rivela controproducente: non lascia il segno (Felipe Melo al suo posto dall’ 86′).

PERISIC 7 – Predatore: alla prima occasione realizza un gol pesantissimo portando in vantaggio la compagine nerazzurra.

BIABIANY 6 – Primo tempo prevalentemente giocato sulla difensiva, nella ripresa lo rivediamo in attacco. Digne patisce la sua velocità. Compensa con le sue doti la mancanza di reattività di D’Ambrosio. (Manaj al suo posto dall’ 82′)

EDER 4 – Un vistoso passo indietro rispetto alle sue prestazioni precedenti. Avrebbe una chance ma è troppo macchinoso e i giallorossi lo neutralizzano senza difficoltà.

MANCINI 6,5 – La sua Inter non sfigura affatto contro la squadra attualmente più in forma del campionato e, anzi rischia di portare a casa i tre punti. Manca ancora la sicurezza e la tranquillità nel gestire vantaggi e situazioni impegnativi su campi importanti come l’Olimpico, sarà suo compito infonderla ai ragazzi.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Stefano Pioli, tecnico del Milan, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby contro l’Inter. “Secondo me questa è l’occasione per orgoglio, riscatto, responsabilità, appartenenza. E’ chiaro che per la classifica, per l’eliminazione dall’Europa League e che l’Inter può vincere lo scudetto, abbiamo una grande occasione. Ormai l’eliminazione c’è stata e abbiamo lavorato per […]