Inter-Milan: 6 cose da sapere sul Derby


Manca sempre meno al Derby di Milano in programma sabato a San Siro alle ore 18.
Ecco alcune curiosità sulla stracittadina milanese.

TUTTI I LUOGHI DEL DERBY
Il primo Derby, amichevole, si è giocato il 10 gennaio 1909. Non in Italia, bensì a Chiasso, in Svizzera. Vittoria del Milan per 2-1. Da quel giorno, Inter e Milan si sono sfidati in 225 occasioni ufficiali, calcando diversi campi di Milano e uno, uno solo, all’estero. Quella di Pechino, nella SuperCoppa 2011, resta l’unica sfida ufficiale tra le due squadre milanesi lontano da Milano.
I primi derby si sono disputati nel Campo di Porta Monforte, il terreno di gioco dove erano soliti giocare i rossoneri, in quella che è l’attuale via Bronzetti.
Le altre sfide hanno avuto luogo all’Arena Civica, nel campo di via Goldoni solitamente utilizzato dall’Inter e in quello di Viale Lombardia. Il primo derby disputato a San Siro risale all’amichevole del 19 settembre 1926, vinta dall’Inter per 6-3.

IL DERBY CON PIÙ GOL: 6 NOVEMBRE 1949
All’inizio della promettente stagione 1949-1950, l’Inter vince quello che resterà nella storia come il derby più incredibile di sempre. Quello che, ancora oggi, resiste come quello con il record di gol segnati. “Realtà romanzesca a San Siro” fu il titolo con cui la Gazzetta dello Sport, l’indomani, raccontò il clamoroso 6-5 a favore dei nerazzurri. Un risultato assurdo, soprattutto perché maturato dopo un avvio fulminante del Milan, avanti 4-1 dopo 19′ di gioco: al 7′ si era sul 2-0 per i rossoneri (doppietta di Candiani, un ex), poi il gol di Nyers e quelli di Nordahl e Liedholm. La reazione nerazzurra fu veemente: Amadei, ancora Nyers e di nuovo Amadei riportarono il risultato in parità. Al 58′ Benito Veleno Lorenzi diede il primo vantaggio nerazzurro: 5-4, prima del pareggio, un minuto più tardi, di Annovazzi. Fu ancora Amadei, al 64′, con la tripletta personale, a regalare all’Inter il successo.

I MIGLIORI MARCATORI DELLA STORIA DEI DERBY
È l’ucraino Andriy Shevchenko il miglior marcatore della storia dei derby di Milano, con 14 gol. Dietro di lui, la leggenda nerazzurra Giuseppe Meazza, autore di 13 gol (12 segnati con la maglia dell’Inter, uno con quella rossonera). Al terzo posto ci sono due straordinari attaccanti che hanno animato le sfide milanesi: con 11 reti ci sono Istvan Nyers e Gunnar Nordahl. In tempi recenti i migliori marcatori sono Diego Milito (a segno 6 volte) e Zlatan Ibrahimovic (4 gol in rossonero e 2 con i nerazzurri).

PRESENZE
In cima alla classifica dei più presenti nella stracittadina milanese ci sono tre storici capitani: Paolo Maldini (56 derby), Javier Zanetti (47 derby) e Giuseppe Bergomi (44 derby).

IL GOL PIU’ VELOCE
Il gol più veloce segnato nel Derby porta la firma di un grande nerazzurro, Sandro Mazzola: il 24 febbraio 1963 segnò dopo 13 secondi nel match poi finito 1-1.

STATISTICHE E PRECEDENTI
Inter avanti con 82 vittorie contro le 76 del Milan su 225 gare disputate in Serie A e non.
L’Inter è la squadra contro la quale il Milan ha giocato più partite in Serie A (172) e quella che ha rifilato ai rossoneri il maggior numero di gol (242).

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Prima Cabal, poi Tessmann, infine Gudmundsson. Tutti e tre saltati (anche se quest’ultimo è ancora nei radar dell’Inter). Perchè? Sportmediaset.it dà la spiegazione: “Semplicemente Marotta e Ausilio stanno seguendo alla lettera le indicazioni della nuova proprietà, che lascia sì margini di manovra, ma ha chiarito che i conti vanno migliorati e il mercato, quindi, va fatto per lo più a […]

1 min di lettura

A quaranta giorni dalla chiusura del mercato estivo, la squadra ha già effettuato i principali investimenti, migliorando significativamente la qualità della rosa. Simone Inzaghi può contare su giocatori di grande calibro in ogni reparto, specialmente in attacco, dove le quattro punte hanno segnato complessivamente 703 gol in carriera, come analizzato dalla Gazzetta dello Sport. Inter, […]