Conte, per ora più danni che cose buone: avanti con Antonio?


Luis Suarez intervistato da IlGiornale.it analizza la situazione catastrofica dell’Inter con qualche critica pesante rivolta al tecnico Antonio Conte.

Le parole di Suarez sul tecnico nerazzurro

“Gli allenatori contano quello che contano, quelli che ti fanno vincere e che determinano le partite sono i calciatori. L’allenatore non deve fare danni, dunque meno danni fa più è considerato bravo da tutti: dalla società, dai giocatori stessi, dai media.

Se sta facendo danni? Per ora sì, fa più danni che buone cose per ora… L’Inter non sta facendo bene e se vado a vedere tutti i giocatori che gli hanno comprato tra l’anno scorso e questa sessione di mercato il risultato non è ottimale a mio parere.

Da quando è arrivato non è ancora riuscito a trovare la quadra, a creare una squadra di alto livello. Poi chiaro se ci vogliamo accontentare allora è un altro discorso ma l’Inter non può accontentarsi”.

La domanda da porsi è avanti con o senza Antonio Conte?

“Se finirà la stagione all’Inter? Non lo so perché ha delle strane reazioni, cambia sempre umore: un giorno è arrabbiato, un altro è contento, non si capisce. Dipende da lui, l’anno scorso mi sembrava che non volesse rimanere poi il tutto è cambiato dopo quell’incontro ma lui è diverso rispetto al passato.

Poi è chiaro che non è facile commentare dall’esterno ma non mi pare che lui stia vivendo una situazione normale. Spero che resti fino alla fine perché vorrà dire che l’Inter ha fatto una buona stagione, cosa che mi auguro ovviamente.

Poi io andrei avanti con lui, ma bisognerà anche capire cosa vorrà fare lui. Se la società ha preparato un ciclo con lui è poi inutile cambiarlo alle prime difficoltà. Molte volte pagano sempre gli allenatori perché è più facile e logico cambiare tecnico quando le cose non vanno bene rispetto ai calciatori.

Però anche i giocatori si devono assumere le proprie responsabilità, alzare il livello di rendimento per riportare in alto l’Inter. Non può essere sempre colpa degli allenatori”.

L’Inter ha delle pedine fondamentali in squadra

“I due attaccanti sono strepitosi. Lautaro Martinez deve trovare continuità mentre Romelu Lukaku è forte e sempre decisivo.

Poi a centrocampo c’è Nicolò Barella che è giovane ma ha tutto per diventare un grandissimo giocatore. Sa fare tutto e lo fa davvero bene. Non se la tira, è un bravo ragazzo, serio, un gran lavoratore e in campo infatti si vede perché rende bene”.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Cresce l’attesa per il derby della Madonnina tra Milan e Inter, in programma domani sera a San Siro. Una stracittadina che questa volta può assumere contorni ancor più unici, con i nerazzurri che potrebbero festeggiare lo Scudetto e la seconda stella proprio in casa dei rivali storici. Alla viglia del match, il presidente Steven Zhang ha parlato in videoconferenza alla […]

1 min di lettura

Per la città e per la storia. Milan – Inter, ovvero il derby della Madonnina, è una partita storica del calcio italiano. Quest’anno però sarà ancora più entusiasmante vista la particolare posizione dell’Inter in classifica. Una vittoria dei nerazzurri consegnerebbe matematicamente il 20° scudetto ai ragazzi di Inzaghi.Il derby Milan – Inter si disputerà lunedì […]