Al momento non sono previste ufficialità riguardo ai rinnovi di contratto in casa Inter. A dare la notizia è il Corriere dello Sport. Come era già successo nella scorsa annata, i dirigenti e Conte concordano sul fatto che per allungare i vincoli ci sarà tempo da giugno in poi. Diversi sono i motivi di questa scelta, tra distrazioni e malcontento tra gli altri membri dello spogliatoio, oltre che a un bilancio al momento in sofferenza per via dei mancati ricavi.

Bastoni prossimo al rinnovo

L’AD Marotta ed il DS Ausilio stanno comunque portando avanti i discorsi con i procuratori dei calciatori. Unica operazione in dirittura d’arrivo, prima della prossima estate, è quella di Alessandro Bastoni. Con l’agente Tullio Tinti c’è già un accordo per il prolungamento del contratto fino al 2025, con stipendio raddoppiato (al momento guadagna 900 mila euro più bonus).

Le altre operazioni: Lautaro in bilico

Diversa questione invece per gli altri giocatori, primo su tutti Lautaro Martinez. Sull’argentino vige ancora la clausola dei 111 milioni ed il club, per allontanare le lusinghe del Barcellona, dovrebbe offrirgli un ingaggio superiore ai 10 milioni di euro.
Non ci sono infine dubbi sui rinnovi di D’Ambrosio (fino al 2022), di Barella (fino al 2024 con un ritocco dell’ingaggio) e di De Vrij (per il quale si dovrà lottare contro le iniziative di Raiola). Infine ci sono in ballo i contratti di Young, Ranocchia e Padelli, in scadenza nel 2021. Tutti questi discorsi sono rimandato alla prossima estate.

 

Commenti