Sconcerti: “L’Inter ha pareggiato e vinto con due rigori leggeri”


Mario Sconcerti ha detto la sua sul Corriere della Sera su Inter-Juventus e in particolare suagli episodi arbitrali. “L’Inter ha pareggiato e vinto con due rigori leggeri. C’erano tutti e due, ma i falli erano meno gravi dei danni che hanno procurato. Ho rinunciato da un pezzo a capire i rigori italiani, credo di aver perso la sensibilità degli arbitri, non la capisco più. Per me il calcio è sport dove il contatto non è sempre un peccato, entra nel gioco. Il dominatore è stato Perisic, la qualità migliore in campo, forse il miglior giocatore del campionato per dribbling, intelligenza e utilità conseguente”.

“La partita è cambiata quando è entrato Morata per Danilo, e Cuadrado è sceso a fare il terzino. Non ha mai fermato Perisic. È stata quella confusione continua sulla sinistra a riportare l’Inter dentro una partita che stava soffrendo. L’Inter è più chiara, ma la Juve è un avversario inusuale, è sempre una cosa a metà, può fare tutto in ogni momento, nel bene e nel male. Stavolta le è andata male. È tempo di ricominciare. L’Inter prende invece il primo titolo concreto della stagione, la Supercoppa non è un torneo, è una partita. È una squadra al massimo di sé. E non capisce perché sia così lontana dal Milan. È ancora una buona domanda”, ha concluso Sconcerti.

Le parole di Vieri

Per Christian Vieri, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il campionato non è ancora finito: “Ora tutti giocano per vincere. Il calcio “all’italiana” di una volta non esiste quasi più e il campo fa nomi e cognomi, smaschera chi ha un gioco ancora stantio. L’Empoli dopo mezzora è 2-0 a San Siro: poi perde perché c’è troppa differenza, poteva prendere dieci gol, ma giocando a calcio ha fatto paura all’Inter. Il Verona va avanti con il Milan, lo costringe a rimettere a posto la partita”, dice Bobo alla Gazzetta dello Sport.

“Non ci sono percentuali. L’Atalanta in Italia può vincere contro chiunque, in casa e soprattutto fuori. Il Cagliari si sta giocano la salvezza e l’avete visto a Salerno? Erano indemoniati. Il Milan ha indirizzato il verdetto, la classifica dice che è favorito, ma nelle prossime due giornate può succedere ancora di tutto. Se ci saranno sorprese, non meravigliatevi”.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

3 min

Il bilancio dell’Inter chiuso al 30 giugno 2021 aveva fatto registrare una perdita record nella storia del calcio italiano: 245,6 milioni di deficit. Un dato che obbligava i dirigenti nerazzurri ad implementare una strategia di riequilibrio dei conti, che viene analizzata oggi da La Gazzetta dello Sport. “Per migliorare i conti, i dirigenti nerazzurri hanno […]

1 min

Dopo la vittoria a Cagliari, Simone Inzaghi ha rievocato Perugia e dunque il campionato 1999-00. All’epoca, la sua Lazio era a -2 dalla Juventus prima in classifica, che all’ultima giornata perse in Umbria e regalò il titolo ai biancocelesti (con l’attuale allenatore dell’Inter che segnò il gol del vantaggio). Il Corriere della Sera ha intervistato […]

1 min

Battere la Sampdoria e sperare in una vittoria del Sassuolo: questa la sola combinazione utile all’Inter per non scucirsi di dosso lo scudetto. Ma quante probabilità ci sono che la combinazione necessaria ai nerazzurri per conquistare la seconda stella si concretizzi? Secondo il modello previsionale Stats Perform, la squadra di Simone Inzaghi ha esattamente il 19,4% di chance di laurearsi campione d’Italia. Il Milan, invece, può fare […]