DigitalBits via dalla maglia Women (per ora). Ballano 85 milioni


Nuovo capitolo del caso tra l’Inter e DigitalBits, dopo le indiscrezioni legate ai mancati pagamenti da parte dello sponsor nei confronti del club nerazzurro.
Come riferisce l’Ansa, la società nerazzurra, che già aveva tolto il logo della piattaforma di criptovalute dai tabelloni pubblicitari sia al Suning Training Centre di Appiano Gentile che durante le ultime amichevoli della squadra di Simone Inzaghi, ha deciso infatti di rimuovere il marchio di DigitalBits dalle maglie di Inter Women, la squadra femminile, a partire dall’amichevole di venerdì contro il Parma.
Sono in corso le valutazioni legate all’ipotesi di togliere il logo anche dalle divise della squadra Primavera, mentre non ci sono per ora discussioni legate a quelle di Lukaku e compagni.
Il club nerazzurro tuttavia non commenta le indiscrezioni riguardo la partnership.
DigitalBits, dopo una stagione come sponsor di manica, dallo scorso primo luglio è diventato nuovo sponsor di maglia sostituendo Socios.com, in un accordo da complessivi 85 milioni di euro dalla stagione 2021/22 fino al 2024/25.

Digitalbits, cambio di sponsor difficile ma non impossibile

La Gazzetta dello Sport ha preannunciato un provvedimento importante dell’Inter: “Una presa di posizione dura, che segna una nuova tappa nel braccio di ferro tra l’Inter e il suo main sponsor: sulle magliette della Primavera e dell’Inter Women, nelle prossime uscite, sparirà la scritta Digitalbits, a causa del mancato pagamento della prima tranche relativa agli impegni di questa stagione. Il campionato è alle porte, difficile pensare che l’Inter possa forzare la mano e oscurare lo sponsor anche dalle maglie della prima squadra. Oggi, però, nulla appare scontato“, si legge sulla rosea.

Digitalbits, la situazione

Non è chiaro quanto sia il valore della prima tranche mancante, né quello che accadrà da qui a inizio campionato. L’Inter, tra l’altro, doveva anche presentare la seconda maglia prima del via ufficiale della stagione, ma l’evento a questo punto sarà spostato a settembre, quando si spera possa esserci più chiarezza. Il cambio di sponsor non sembra percorribile, ma mai dire mai“, avverte il giornale su Digitalbits.

Il futuro di Dumfries

ll Corriere dello Sport ha fatto il punto su Denzel Dumfries, obiettivo del Chelsea. “L’Inter considera l’ex PSV una colonna della squadra e, dopo aver perso il titolare dell’out opposto (Perisic), è conscia che rinunciare pure all’olandese sarebbe un danno considerevole per il 3-5-2 di Inzaghi. “Il tecnico di Piacenza è soddisfatto dell’inserimento di Bellanova, che ritiene un discreto investimento per il futuro, ma ha bisogno di certezze sulle corsie. E siccome pure Gosens sta faticando a tornare ai suoi livelli (il problema è psicologico, non fisico: lo staff sta aiutando molto il tedesco ed è convinto di rivederlo al top), non può permettersi di fare a meno di Dumfries. Se però il Chelsea (o un’altra squadra della Premier) forzerà la mano e metterà sul tavolo un’offerta impossibile da rifiutare, pur arrabbiato per la partenza importante, Simone non potrà far altro che accettarla”, si legge su Dumfries.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min

Andrea Mandorlini, allenatore attualmente senza panchina ed ex difensore dell’Inter dei Record, parla a La Gazzetta dello Sport della nuova stagione nerazzurra: “Vedo grande entusiasmo nell’ambiente e anche all’interno della squadra. C’è voglia di cominciare a fare sul serio, ripartire da dove si era interrotto. ora l’Inter ha anche un Lukaku in più che sicuramente […]

5 min

Dopo il breve stralcio di anticipazione nel quale il giocatore dichiarava di anteporre gli obiettivi di squadra a quelli individuali come la classifica marcatori, Dazn ha pubblicato l’intervista integrale a Romelu Lukaku, la prima dopo il clamoroso ritorno all’Inter dello scorso giugno: “La stagione al Chelsea mi ha dato una motivazione in più per fare […]