LA RIFLESSIONE – Napoli Campione, l’Inter ha serenamente accettato il verdetto a differenza di altri


Da ieri sera il Napoli è tornato Campione d’Italia dopo 33 anni, da quel lontano 1990 con l’inimitabile Maradona. Da me personalmente le più sincere congratulazioni.
Sorvolando temi come il riscatto del sud Italia, cose che affronteranno altri media, volevo un attimo soffermarmi sulla reazione degli altri club all’ufficialità del verdetto.

Brava l’Inter che si è prontamente complimentata con la squadra partenopea per il prestigioso traguardo raggiunto, menzionando anche l’ex mister nerazzurro Luciano Spalletti. Bravo il nostro Amministratore Delegato Beppe Marotta (inutile negarlo, dirigente di tutt’altra pasta) per la sua rapida nota di congratulazioni. Brave altre società come il Milan che hanno accettato serenamente il verdetto. Altri club hanno invece deciso per il silenzio, scelta condivisibile se messa in confronto al comportamento di un’altra compagine che riesce sempre a distinguersi dal branco.

Eh sì, perché ci sono un club con i suoi tifosi che non riescono proprio a digerire vittorie che non siano loro. C’è bisogno di dire il nome del club? Dai, avete capito di chi sto parlando… Una società che in risposta allo Scudetto del Napoli ha risposto con il seguente tweet: “Visti i tanti complimenti ricevuti in questi anni non potevamo esimerci. Congratulazioni al SSC Napoli per la conquista del suo terzo scudetto!”. Quei “tanti complimenti” per quei scudetti dei quali, viste le indagini di questi mesi, biognerebbe verificarne la legittimità? Sulla stessa riga il comportamento di alcuni dei suoi tifosi ed azionisti, che chiedono come bambini l’immediata rivincita (vedi il tweet di Lapo Elkann) o confrontano la bacheca dei partenopei a quella della Pro Vercelli. Tali persone sono sportivamente dei signori (rigorosamente minuscolo).

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter