Dalmat: “Thuram? Un po’ a dir la verità ha stupito anche me. Ora deve restare all’Inter”


Stephane Dalmat, ex centrocampista dell’Inter, ha parlato a Calciomercato.it di Thuram: “Per molti è stata una sorpresa perché non lo conoscevano bene. Io però riponevo molta fiducia in Marcus perché è un grande giocatore e pensavo che potesse fare subito bene all’Inter. Un po’ a dir la verità ha stupito anche me: pensavo facesse delle grandi cose, ma non fino a questo punto. Ha cambiato il volto dell’attacco dell’Inter e aiutato ad esempio anche un compagno come Lautaro Martinez a fare ancora meglio sul piano realizzativo rispetto agli scorsi anni”.

Le parole di Dalmat

“Thuram deve restare all’Inter. Ha fatto cose incredibili al suo primo anno, la società deve fare tutto il possibile per tenerlo e non lasciarlo partire. Se dovessi dargli un consiglio, direi a Marcus di restare all’Inter anche perché il prossimo anno ha la possibilità di fare ancora meglio e confermarsi a grandi livelli sia in Italia per vincere nuovamente lo scudetto, sia in Europa per cercare di andare più lontano possibile in Champions League. Poi, se arrivasse davvero un’offerta da 90 o 100 milioni e il club avesse bisogno di fare cassa per questioni di bilancio, allora mettendomi nei panni della dirigenza sarebbe difficile dire di no. Queste però sono scelte che spettano solo all’Inter e dove ovviamente sarà importante anche la volontà del calciatore. Thuram però ha ancora margini di miglioramento, è nel pieno della sua carriera e secondo me deve fare almeno un’altra stagione all’Inter”.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Simone Inzaghi a Dazn dopo il triplice fischio di Inter – Lazio (1-1).“È stato bellissimo. Siamo dal 22 aprile che festeggiamo, ci hanno fatto una festa incredibile. Quello che abbiamo visto dopo il Torino è stato emozionante: milioni di interisti, una cosa unica. Avevo vinto uno scudetto da giocatore, ma anche da allenatore è emozionante.La […]