Trevisani: “Rinnovo Lautaro? Se si sente davvero interista non chiederebbe 12 milioni”


Nel corso della trasmissione Pressing su Italia 1, il giornalista e telecronista Riccardo Trevisani ha gettato benzina sul fuoco sulla trattativa per il rinnovo tra l’Inter e Lautaro Martinez. Le parti sono ancora distanti. “La cifra chiesta da Lautaro e l’entourage è bella sostanziosa. Paragonabile a Mbappè e Haaland? Secondo me no, nell’Inter ha l’importanza di un pilastro. Ma se non si capisce la situazione del club e si chiede una cifra superiore ai 10 milioni è complicato raccontare di voler trovare un accordo. L’accordo lo trovi se capisci che l’Inter arriva a 8 con i bonus, se la distanza è di 4-5 milioni non si chiude. Se poi si trova l’accordo a 10-12 milioni vengono anche gli altri giocatori a bussare e diventa un problema“.

Il contratto di Lautaro scade nel 2026, non è tantissimo tempo è ancora una cosa su cui puopi ragionare, però devi arrivare a una situazione in cui non farti incastrare, perché più ti avvicini alla scadenza, più rischi di perderlo a zero. E’ un anno che parliamo di un grande interista, di un grande capitano, di un uomo spogliatoio che ha preso l’Inter sulle spalle, però va dimostrato perché sennò tutte chiacchiere”.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Ai microfoni di Cronache di Spogliatoio il giornalista Riccardo Trevisani ha commentato la corsa scudetto per la prossima stagione: “Chi è la favorita? L’Inter. La Juventus non sappiamo chi cederà, si deve vedere la rosa al 15 agosto se non addirittura al 31. Secondo me l’Inter parte con un vantaggio siderale. Inter, Napoli e Juve sono le prime tre squadre del campionato per come […]

1 min di lettura

A TMW Radio, il giornalista Bruno Longhi ha parlato della lotta scudetto nel prossimo di campionato di Serie A. «Se nell’Inter non accade quel processo di stanchezza di alcuni giocatori che hanno una certa età, è chiaro che parte sempre avvantaggiata. La Juventus sta migliorando dove andava migliorata, in mezzo al campo. Un reparto che non faceva filtro e […]