Un grande Musso, si avete capito bene, Musso non Messi salva l’Udinese e ferma la squadra nerazzurra sul pareggio.
Handanovic (6) compie due parate contate di bassa difficoltà, per il resto non viene mai chiamato in causa.
D’Ambrosio (6,5) gioca una buona gara sfiorando il quarto goal stagionale e il sesto assist.
De Vrij (6,5) gioca a corrente alternata, così come Skriniar (7) che compie grandi interventi ma anche molti falli ingenui. Asamoah (7) a parer mio migliore in campo, mostra sprazzi di grande tecnica saltando spessa l’avversario e creando superiorità.

Brozovic (5, 5) gioca con il freno a mano tirato, a causa della condizione fisica non ottimale. Sbaglia molti passaggi e compie falli di reazione ingenui che potevano costarci anche un calcio di rigore. Brutta gara anche per Borja Valero (5) che sostituisce l’infortunato Vecino. Sbaglia tanti passaggi, perde molti palloni e compie falli che regalano varie occasioni alla squadra di casa. Viene sostituto per fare spazio a Icardi (5,5) che, forse troppo impegnato a fare il modello, si dimentica di come si fa goal ma sopratutto di come ci si muove in campo, facendosi anticipare spesso dai difensori avversari.

Perisic (6,5) ci mette voglia e convinzione, puntando l’uomo più volte e tentando la giocata. Sfiora spesso il goal ma la retro guardia avversaria si salva sempre. Nainggolan (6,5) in grande forma dopo il match con la juve, bombarda la porta dell’Udinese con tiri da fuori che Musso respinge con grande reattività, a volte però esagera. Politano (5,5) per 70′ minuti non riesce a saltare l’uomo ed è cercato poco dai compagni, tira poco in porta e tocca pochi palloni. Viene sostituito per Candreva (5) che, c’è poco da dire, l’impegno c’è ma fisicamente sembra un giocatore di 3′ categoria. Non riesce a sfondare Lautaro (6) che ha varie occasioni, tra cui una colossale di testa, ma la porta sembrava stregata. Viene sostituito da Keita (5,5) che sfiora il goal ma, come al solito, Musso ci mette la gamba. Sbaglia però, tanti passaggi semplici, che dimostrano mancanza di concentrazione.

Spalletti (5) non riesce più a vincere, e piano piano sta raccogliendo punti per la Champions, però dietro corrono veloci, non bisogna abbassare la guardia.
Lentamente siamo sempre più vicini alla Champions… LENTAMENTE….
AMALA!!!