Inter-Juve non è solo una semplice partita, Inter – Juve è LA partita. Per ognuno di noi può significare qualcosa di diverso, vediamo se riesco in poche parole a racchiudere il vero significato di questa partita per noi interisti.
Per noi tifosi, Inter-Juve è come la resa dei conti tra la parte più bella e solare di noi ed il lato oscuro e nascosto che caratterizza il nostro animo. Inter-Juve è classe operaia contro la borghesia, popolo contro dittatura, rivoluzionari contro il sistema. Inter-Juve è tutto ciò, per noi interisti. Possono sembrare paragoni esagerati o addirittura sbagliati, ma lasciatemi spiegare.
Non sarò dicerto io a dirvi, cari amici nerazzurri, cosa abbiamo dovuto sopportare a causa di un sistema che girava, gira e, ahimè, girerà intorno alla Juventus. Non voglio soffermarmi, sui vari e sottolineo vari errori arbitrali commessi a favore dei bianconeri a a discapito dei nerazzurri. Non cerco alibi o scuse, perché oggettivamente la Juventus è la squadra più forte d’Italia, ma nonostante ciò nei momenti di difficoltà interviene sempre l’aiuto del sistema.
Domenica sera la partita non significherà scudetto in caso di vittoria o fallimento in caso di sconfitta, ma è inutile nascondere il fatto che non sarà una partita come le altre.

Da Torino, sponda bianconera, risuona a gran voce il detto “vincere è l’unica cosa che conta” ed i fatti parlano da soli, confermando ciò che è stato appena detto.
Ma domani sera, davanti a 75 000 spettatori, ad ogni passaggio, ad ogni azione deve risuonare il grido “non conta vincere ma COME si vince” ; e non mi stancherò mai di ripeterlo perché è ciò che differenzia noi da loro; non Ronaldo, non il bianco con il nero e nemmeno i numerosi scudetti vinti, ma è il “come”. Il come noi si vince , il come noi perdiamo ed il come noi sosteniamo la nostra Inter nel bene e nel male.
Amici nerazzurri, che in questa occasione voglio chiamarvi fratelli, domenica sera dobbiamo restare uniti per abbattere dirigenti, calciatori, testate giornalistiche che fanno parte di un sistema fazioso e irrispettoso per il gioco del calcio. Non sarà facile, ma voglio fallire dicendo di avercela messa tutta.

Noi, fratelli nerazzurri,  non saremo mai come loro, perché “IO NON RUBO IL CAMPIONATO E UN SERIE B NON SON MAI STATO”.
Buon derby d’Italia fratelli nerazzurri.
AMALA!!!