Un’Inter perfetta annienta il Genoa in campo ostico come Marassi.
Handanovic (6) assiste a 90′ di puro calcio senza mai intervenire. D’Ambrosio (6,5) arranca a volte sulla pressione ospite ma per il resto gestisce alla perfezione i palloni. Skriniar (7) e Miranda (7) ingabbiano alla perfezione gli attaccanti ospiti con il anticipi e pressione insistente.

Asamoah (7),come contro la Lazio, gioca una grande partita sbagliando poco e smistando i palloni per tutto il campo. Brozovic (7) colonna portante del nostro centrocampo, non sbaglia un passaggio, riuscendo a uscire anche da situazioni pericolose. Viene sostituito da Joao Mario (5,5) che sia da centrocampista che da esterno non riesce a entrare nel gioco della squadra. Il migliore in campo è senza dubbio Gagliardini (8) che con una doppietta gioca la sua miglior partita da quando è all’Inter.

Perisic (7) gioca con voglia e determinazione trovando anche il goal. Nainggolan (6) non riesce a tenere molti palloni, forse ancora non al meglio fisicamente. Politano (7,5) gioca una partita di grande tecnica, se Robben era il suo idolo, adesso possiamo vedere un giocatore molto simile all’olandese. Viene fatto rifiatare con l’entrata in campo di Borja Valero (6) che da regista sostituisce la posizione di Brozovic.

Finalmente, dopo due lunghi mesi, torna titolare Icardi(7,5) che con un palo, un goal su rigore e un assist zittisce tutte le critiche. Gioca anche molto con la squadra, riprendendosi l’attacco dell’Inter. Viene sostituito da Keita (S. V.) che prova a rendersi pericoloso, senza riuscirci.

Spalletti (7) riesce a dimenticare la brutta prestazione contro Lazio, mettendo in campo una squadra a dir poco perfetta. Bravo anche a gestire le voci del presunto spogliatoio “spaccato”, non facendole ricadere sulla prestazione.
AMALA!!