In un silenzio assordante la Juventus abbatte l’Inter sottolineando la nostra inferiorità rispetto la squadra bianconera.
Handanovic (6,5) torna e si sente. Incolpevole sui gol, compia due splendide parate nel primo tempo. Skriniar (5,5) soffre Ronaldo e commette spesso fallo. Gioca meglio da terzino. De Vrij (6) gestisce con sicurezza la fase d’impostazione, colpevole sul gol dell’1-0. Bastoni (5,5) soffre ancora a causa della sua inesperienza perdendo marcature e palloni semplici.

Candreva (6) gioca un buon primo tempo poi scompare piano piano. Viene sostituito da Gagliardini (5,5) che torna dopo l’infortunio ma si vede poco. Barella (6) aiuta il centrocampo con la sua fisicità, anche se a volte la sua irruenza può penalizzare la squadra. Viene sostituito da Eriksen (5,5) che sbaglia qualche passaggio ma sfiora anche un gol nel finale. Brozovic (5,5) come sempre è al centro del gioco dell’Inter poi scompare in modo incredibile. Vecino (5) prova a mettere in difficoltà la juve ma senza riuscirci. Young (5) si vede poco dal punto di vista difensivo e si fa saltare troppo facilmente da Dybala, che fa un grandissimo gol.


Lautaro (5) sembra giocare con la testa a Barcellona, inesistente per 90′ minuti, solo poche sponde ma inefficaci. Lukaku (5), sotto tono dal punto di vista fisico, non crea occasione e non gioca nessun pallone. Viene sostituito da Sanchez (s.v.) che prova a creare qualche occasione ma senza riuscirci.

Conte (5) delude le aspettative. La sua Inter, la nostra Inter crolla sotto la personalità della Juventus. Ci aspettavamo una reazione un po più importante, ma siamo rimasti delusi. Adesso vediamo se questo campionato continuerà, ma questa gara ci fa capire, in modo brusco che il terzo posto rimane e sarà il nostro obiettivo in campionato.
AMALA!!!