L’Inter, in un San Siro quasi apocalittico, batte 2 a 1 il Ludogorets e, grazie al 2-0 dell’andata, si qualifica agli ottavi di Europa League.
Padelli (6,5) stasera merita tutti i complimenti, grazie alle sue parate non facili e fondamentali per mantenere il risultato. D’Ambrosio (6) gioca con attenzione e sbaglia veramente poco. Viene sostituito da Bastoni (s.v.) che gioca gli ultimi 5 minuti. Ranocchia (5,5) soffre la velocità e la pressione degli avversari. Godin (5) assolutamente insufficiente, perde l’uomo sul gol degli ospiti.

Moses (6,5) gioca una buona gara, salta spesso l’uomo e serve dei bei cross per i compagni. Barella (6) gioca una gara di consistenza sfiorando il gran gol dalla distanza. Viene sostituito da Brozovic (5,5) che spostato dal suo ruolo naturale entra male e non concentrato sbagliando molto. Borja Valero (6) gestisce i ritmi alla perfezione, spegnendo le ripartenze avversarie nel suo palleggio. Eriksen (6) gioca una gara di sacrificio, correndo molto e recuperando tanti palloni. Inoltre fornisce un assist a Biraghi (6,5) che dopo il gol, gioca una buona gara anche dal punto di vista difensivo.

Lukaku (6,5) trova il gol in maniera fortunosa, pur avendo più situazioni nette. Sempre più fondamentale per questa Inter. Viene sostituito da Esposito (6) che fa movimenti giusti e guida bene il pressing all’avversario. Sanchez (6) gioca una buona gara, sfiorando più volte il gol colpendo anche una traversa.

Conte (6,5) dopo un inizio non all’altezza della sua Inter, riesce a mantenere alta la pressione nonostante il clima surreale di silenzio assordante.
Amici nerazzurri, prendiamoci questa qualificazione e prepariamoci al meglio per domenica, la resa dei conti.
AMALA!!!