Non ci siamo… | Torino-Inter 1-0


Allo stadio Grande Torino si gioca una partita brutta, tra due squadre ancor più brutte dove è l’Inter, come spesso accade in questi casi, a rimetterci.
Handanovic (5) prende un goal assurdo guardando con gli occhi la traiettoria del pallone che si insacca alle sue spalle. La difesa parte a tre con De Vrij (7) che gioca molto bene sbagliando poco o niente, Skriniar (6) purtroppo si fida troppo delle sue capacità e finisce spesso per perdere il pallone. Miranda(5) oltre che a giocare male, si ripresenta con una scarsa preparazione fisica che gli impedisce di stare dietro agli avversari. Viene sostituito da Nainggolan (5) che, incredibilmente, non riesce ancora ad essere il giocatore fondamentale che doveva essere a inizio stagione. Sulle fasce giocano D’Ambrosio (5) che oltre a far saltare in libertà Izzo, sbaglia veramente troppo; Dalbert (6) invece, nonostante vari errori di passaggi e cross, compie vari interventi difensivi che salvano la squadra nerazzurra. Brozovic (5,5) si perde tra i centrocampisti del Torino e Vecino (6) prova a creare qualcosa ma anche lui è limitato dalla pressione granata; al suo posto entra Candreva (4) che, forse, dice addio alle sue chance di rimanere in nerazzurro, così come per Perisic, stando alle dichiarazioni di Marotta, è arrivata al termine. Joao Mario (5) sembra troppo sicuro di sé che sbaglia persino la scelta dei tacchetti. Viene sostituito da Politano (5) che prova a dare la scossa alla partita ma si fa espellere in maniera ingenua.
Davanti l’attacco argentino composto da Icardi (5) e Lautaro (6) fallisce clamorosamente, con poche occasioni create e poca incisività sotto porta nonostante i precisi dialoghi tra i 2 centravanti.
Luciano (5) cambia formazione ma il risultato non muta; Inter scarica, stanca e imprecisa…Non ci siamo.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Non è la prima volta che l’Inter tentenna e vede il suo obiettivo di mercato sfumare (ricordate Bremer?). Bene, anche stavolta, secondo quanto riportato da Di Marzio, Cabal è un passo dalla Juventus. Ma non tutti i mali vengono per nuocere. Ricordiamo che l’Inter non ha nessuna fretta, come detto anche da Inzaghi in conferenza […]