Ora è ufficiale: rimasto svincolato dall’Hellas Verona, Gianpaolo Pazzini appende gli scarpini al chiodo. L’attaccante classe 1984 ha sperato fino all’ultimo di poter strappare un ultimo contratto in Serie A (si era parlato delle neopromosse Benevento e Spezia) o in B (tra queste la Cremonese, dove è appena arrivato Ariedo Braida nei panni di direttore generale) ma alla fine ha preferito dire addio.

Fu proprio l’ex direttore del Barcellona a portarlo dall’Inter al Milan nell’estate del 2012 in uno scambio con il suo ‘gemello diverso’ Antonio Cassano.
In nerazzurro, il Pazzo ha segnato 19 gol in 60 presenze tra campionato e Coppe.
Ora lo aspetta un futuro da Direttore sportivo e intanto studierà per diventare dirigente sportivo.

Commenti