Mentre le trattative con Suning vanno avanti, Bc Partners sembra aver già un piano delineato per l’Inter. Primo step riguarderà il management. Secondo Corriere dello Sport, “l’idea è che a guidare la società – tradotto, chi farà l’amministratore delegato unico – dovrà essere un manager di altissimo profilo, ma con una precisa riconoscibilità interista. Insomma, non si andrà a “pescare” all’estero e nemmeno verranno prese in considerazione figure legare alle precedenti proprietà. Qualche ricerca pare sia già cominciata, almeno in forma esplorativa. Per il resto il club sarà diviso in aree, ciascuna con un responsabile, che poi evidentemente non potrà che fare riferimento all’ad”.

Niente mercato faraonico

Il quotidiano fa una previsione anche su quello che sarà l’aspetto sportivo del club “dove verrà adottata una filosofia simile a quella del Milan. Ovvero niente mega acquisti, ma giocatori di prospettiva (Bastoni può essere un esempio), selezionati dallo scouting, che possono crescere dentro il club, con un più massiccio sfruttamento del vivaio”.

Commenti