Shakhtar Donetsk-Inter 0-0, pagelle: trio difensivo ok, manca tutto il resto


L’Inter torna a casa con un punto dalla trasferta ucraina. Risultato tutto sommato equo, con i padroni di casa che hanno fatto grande possesso palla, senza mai impensierire seriamente Handanovic. L’Inter da parte sua, ha spesso subito l’iniziativa, ma è riuscita comunque a creare tre-quattro occasioni piuttosto limpide davanti alla porta.

Pagelle

Handanovic 6 – Nonostante la pressione avversaria, di palloni pericolosi dalle sue parti non ne arrivano. Impegnato solo nel far ripartire l’azione.

Skriniar 7,5 – Il migliore in assoluto della squadra nerazzurra. Baluardo difensivo insuperabile, contro il quale si infrangono le iniziative della squadra di De Zerbi. In più circostanze decisivo.

De Vrij 7 – Insieme ai compagni di reparto, erige una diga contro la quale nulla possono le offensive degli avversari. Costringe anche Pjatov ad una gran parata a pochi minuti dalla fine.

Bastoni 7 – Vale lo stesso discorso degli altri due. Dalle sue parti arrivano avversari piuttosto veloci, ma con le buone o con le cattive riesce sempre a domarli.

Dumfries 6 – Stasera poco spazio per esprimere la sua proverbiale accelerazione. Si segnala più in fase di contenimento che di costruzione.

Vecino 6 – Svolge il suo compito senza grandi acuti, soffrendo spesso il preciso palleggio degli avversari.

Brozovic 5,5 – Soffre maledettamente la pressione dello Shakhtar, che non gli lascia respiro. Raramente riesce a rendersi utile per lo sviluppo della manovra.

Barella 6,5 – Parte benissimo e centra anche una traversa che avrebbe potuto cambiare il corso degli eventi. Alla distenza finisce per essere irretito anche lui dal palleggio dello Shakhtar, ma non molla fino all’ultimo minuto.

Dimarco 6 – Alcune buone uscite in appoggio con il suo piede migliore. Deve però spesso guardarsi dalle veloci offensive degli avversari dalla sua parte.

Dzeko 5 – Serataccia per l’attaccante bosniaco, che non trova mai una posizione utile in campo e spreca anche un’occasione a pochi passi dalla porta, su un pallone comunque non semplice da controllare.

Lautaro 5,5 – In quanto a grinta e determinazione nulla da dire, ma non riesce ad essere incisivo. Spreca in maniera puerile, calciando alle stelle, un comodo pallone regalato dalla difesa.

Subentrati

Calhanoglu 6 – Non si segnala per iniziative eclatanti. Bene come al solito sui piazzati, ma da lui era lecito attendersi qualcosina di più.

Correa 6,5 – Poco innescato dai compagni, crea nel finale l’occasione più importante della gara, con un destro a giro deviato in angolo con la punta delle dita dal portiere. Peccato, avrebbe potuto decidere il risultato.

Sanchez 6 – Prova a darsi da fare e ad accelerare la manovra. Crea comunque scompiglio nella compassata difesa locale.

Gagliardini s.v.

Perisic s.v.

Allenatore

Inzaghi 6,5 – L’Inter fa fatica, ma non sarà facile per nessuno domare una squadra di palleggiatori come quella ucraina. Possesso palla e ripartenze veloci sono il pane quotidiano della squadra di De Zerbi, contro la quale l’Inter soffre ma non vacilla. Con alcune cambi azzeccati, nel finale l’Inter potrebbe fare anche risultato pieno e solo due grandi parate del portiere negano la vittoria.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min

Sarà Daniele Chiffi, della sezione di Padova, l’arbitro di Empoli-Inter, partita valida per la 10ª giornata di Serie A, in programma mercoledì alle 20:45 al Castellani. Chiffi avrà come assistenti Valeriani e Mastrodonato, mentre il quarto uomo dell’incontro sarà Di Martino. Il VAR del match sarà Valeri , l’Assistente VAR Galetto.