Cerca

Non ci siamo… | Torino-Inter 1-0

Allo stadio Grande Torino si gioca una partita brutta, tra due squadre ancor più brutte dove è l’Inter, come spesso accade in questi casi, a rimetterci.
Handanovic (5) prende un goal assurdo guardando con gli occhi la traiettoria del pallone che si insacca alle sue spalle. La difesa parte a tre con De Vrij (7) che gioca molto bene sbagliando poco o niente, Skriniar (6) purtroppo si fida troppo delle sue capacità e finisce spesso per perdere il pallone. Miranda(5) oltre che a giocare male, si ripresenta con una scarsa preparazione fisica che gli impedisce di stare dietro agli avversari. Viene sostituito da Nainggolan (5) che, incredibilmente, non riesce ancora ad essere il giocatore fondamentale che doveva essere a inizio stagione. Sulle fasce giocano D’Ambrosio (5) che oltre a far saltare in libertà Izzo, sbaglia veramente troppo; Dalbert (6) invece, nonostante vari errori di passaggi e cross, compie vari interventi difensivi che salvano la squadra nerazzurra. Brozovic (5,5) si perde tra i centrocampisti del Torino e Vecino (6) prova a creare qualcosa ma anche lui è limitato dalla pressione granata; al suo posto entra Candreva (4) che, forse, dice addio alle sue chance di rimanere in nerazzurro, così come per Perisic, stando alle dichiarazioni di Marotta, è arrivata al termine. Joao Mario (5) sembra troppo sicuro di sé che sbaglia persino la scelta dei tacchetti. Viene sostituito da Politano (5) che prova a dare la scossa alla partita ma si fa espellere in maniera ingenua.
Davanti l’attacco argentino composto da Icardi (5) e Lautaro (6) fallisce clamorosamente, con poche occasioni create e poca incisività sotto porta nonostante i precisi dialoghi tra i 2 centravanti.
Luciano (5) cambia formazione ma il risultato non muta; Inter scarica, stanca e imprecisa…Non ci siamo.

2 Comments
  1. Armando

    28 Gennaio 2019 15:48

    Cari sodali un paio di considerazioni:
    1) ogni anno dopo un buono/discreto avvio arrivo questo periodo e ci si scioglie…non credo sia un caso;
    2) il principale responsabile è il buon Mauro Icardi, questo calo di rendimento, oltre a non godere più dei suoi gol
    ha sicuramente generato negatività nello spogliatoio, Mi spiego se sei il capitano, la ciurma ti segue, se i tuoi pensieri
    sono altri (rinnovo contrattuale) e fai manfrine (ritardi, sovraesposizione Wanda, ecc.) la truppa si comporta
    di conseguenza, il vecchio detto il pesce puzza dalla testa;
    3) Chi non è della causa (Perisic) vada venduto e capitalizzato, stesso discorso per Icardi;
    4) tecnicamente il problema grosso è a centrocampo, Ninjia al momento un bidone, Gagliardini meno di un rincalzo, Vecino, J.Mario a corrente alternata, Brozovic ancora non lho capito del tutto;
    5) Spalletti comincia a mostrare i suoi limiti, la squadra gioca male, bene la fase difensiva ma in attacco una sola situazione, poca intensità e poco di tutto.
    Speriamo bene anche se così ti fanno passare la vogli.
    Saluti Armando da Taranto

    • Claudio

      29 Gennaio 2019 18:45

      La storia puntualmente si ripete di anno in anno: allenatore incapace, le solite menate di Icardi per rinnovo contratto, squadra mediocre, gioco inesistente, i soliti bidoni in campo.

La tuo opinione è importante. Se ti va, lascia un commento all’articolo e facci sapere come la pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.