Contro la stanchezza e contro una squadra ostica come il Brescia siamo riusciti a prendere i 3 punti da grande squadra e tornare, almeno per una notte in testa. Nonostante ciò la situazione è davvero preoccupante.
Handanovic (7) compie delle grandi parate che salvano il risultato, nulla può sull’autogol di Skriniar.
Godin (5,5) da sicurezza al riparto con la sua esperienza, però butta tanti palloni senza provare a far ripartire l’azione, creando situazioni di difficoltà. de Vrij (6,5) gioca una partita perfetta da tutti i punti di vista, non concede nulla anche se si fa saltare con troppa facilità da Bisoli in occasione del goal. Skriniar (6) sfortunato sull’autogol, gioca una buona gara con interventi precisi ed efficaci, anche se a volte ritenuti dall’arbitro troppo ruvidi e irruenti.

Candreva (6),anche stasera, gioca la sua gara con intelligenza ed efficacia anche se pecca di altruismo, sprecando buone occasioni da goal. Barella (6) nonostante sia poco lucido e acciaccato dalle numerose gare giocate, non perde un pallone e rincorre l’avversario per 90′ minuti. Vero spirito Inter. Brozovic (6) gioca l’ennesima gara consecutiva e si sente. Nonostante ciò non perde tanti palloni come nella gara con il Parma. Gagliardini (6) forza e carattere. Non molla mai un centimetro, entrando spesso in contrasto con gli avversari. Giocatore stanco ma rinato.
Asamoah (5,5) torna titolare dopo un lieve infortunio al ginocchio ma si nota che non è al meglio. Si perde spesso gli uomini e non tiene la posizione. Prestazione giustificata. Viene sostituito da Biraghi (s.v.) utile per far rifiatare la difesa ed il centrocampo.

Lautaro (7) trova il goal con un po’ di fortuna ma continua a mostrare la sua continua crescita che lo sta portando verso la strada del campione. Lukaku (7,5) alla faccia di chi lo critica, è il migliore in campo. Sarà lento, impacciato e impreciso ma stavolta prende palla, punta l’uomo, lo salta e piazza un sinistro a giro in fondo alla rete. Prestazione da vero fenomeno.

Conte (6,5) riesce, nonostante le mille difficoltà a portare a casa il risultato. E’ preoccupato (e lo sono anche io) perché non si potrà andare avanti così per sempre. Speriamo in un intervento della società nel mercato di gennaio.

Adesso aspettiamo il Genoa del nostro Thiagone per uno splendido regalo.
AMALA!!!