Inzaghi: “Il risultato non rispecchia la partita. Buchanan a sinistra ci dà qualcosa di diverso. Sono contento per Sensi”


Simone Inzaghi al termine della vittoria dell’Inter a Frosinone.
“Il risultato non rispecchia l’andamento della gara ma abbiamo fatto un’ottima prestazione. Abbiamo giocato bene in fase di possesso, meno in fase di non possesso. Abbiamo rischiato in qualche episodio.
Frattesi? Spero che ripeta questi numeri. Si è inserito subito bene, poi bisogna fare delle scelte ma tutti hanno dato il loro contributo. L’ho già detto: io non vorrei rinunciare a nessuno di questo gruppo.
Buchanan a sinistra ci dà qualcosa di diverso. A destra ho tante alternative, Buchanan ha ottimo dribbling, un ottimo destro e lo sto provando lì. E poi ho Carlos Augusto che mi lascia tranquillo come braccetto quindi per dare ricambio a Dimarco ho messo Buchanan lì e sta dando grandi risposte.
Barella? E’ molto molto forte. E’ un giocatore pensante, sa quando e come muoversi. Sono ormai tanti anni che sta giocando a grandi livelli.
Sono contento per Sensi, il pensiero va a lui. Ha fatto un’ottima annata, si è allenato sempre al massimo. E ha cercato di ritagliarsi uno spazio che non era facile concedergli.
La società sta lavorando già da tempo per migliorare la squadra, non dal 22 aprile. Nel calcio bisogna sempre migliorarsi e cercheremo di farlo. Parleremo a fine anno e vedremo come migliorare la squadra per la prossima stagione.
Il rinnovo? Sapete tutti che rapporto ho con la società. Si parlerà, si organizzerà, si cercherà di migliorare ma lo stanno già facendo”.

Lascia un commento

Dalla stessa categoria

Iscriviti al canale YouTube

Lascia un like a Iotifointer.it

Classifica

Partite

Seguici sui social

News Inter

1 min di lettura

Simone Inzaghi a Dazn dopo il triplice fischio di Inter – Lazio (1-1).“È stato bellissimo. Siamo dal 22 aprile che festeggiamo, ci hanno fatto una festa incredibile. Quello che abbiamo visto dopo il Torino è stato emozionante: milioni di interisti, una cosa unica. Avevo vinto uno scudetto da giocatore, ma anche da allenatore è emozionante.La […]